Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:05 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Stupro o sesso consenziente? Alcol, chat, testimonianza. Cosa dicono i giudici che i nostri figli devono sapere

Attualità martedì 18 agosto 2020 ore 18:50

Discoteche, i gestori ricorrono al Tar e annunciano la class action

Sale la tensione fra il governo e il Sindacato dei locali da ballo dopo il nuovo stop alle attività di ballo: "Vogliamo i danni"



ROMA — Il Sindacato italiano locali da ballo ha impugnato di fronte al Tar l'ordinanza con cui il ministro della salute Roberto Speranza ha vietato nuovamente il ballo in locali e discoteche, all'aperto e al chiuso. "Il governo ha chiuso le discoteche per gli assembramenti ma questi assembramenti ci sono ovunque - ha spiegato il presidente del Silb Maurizio Pasca - Le spiagge sono affollate, anche sui mezzi pubblici si vedono le stesse cose. Perche' penalizzare solo le discoteche? Bisogna tenere tutto aperto, magari con norme piu' restrittive. La salute e' importante".

La presentazione del ricorso ha bloccato la trattativa in corso fra la Silb e il governo sugli aiuti economici per i gestori delle discoteche e per i loro dipendenti. "Il ministro Patuanelli ci ha detto in videoconferenza che il confronto riprenderà dopo che il Tar del Lazio avrà deciso sul nostro ricorso" ha precisato Pasca.

I gestori stanno valutando anche la possibilità di procedere con una class action. "Dobbiamo tutelare gli imprenditori e tutti i loro lavoratori, diretti e indiretti - ha detto il presidente regionale del Silb Fipe Alessandro Trolese - Non ci è piaciuto come il governo ha trattato il nostro settore e qualcuno deve pagare per i danni che ha fatto".

Nel frattempo è scattata una nuova allerta Covid in Emilia per una ragazza risultata positiva al Covid dopo essere tornata da un viaggio a Malta: la sera fra il 14 e il 15 Agosto la giovane ha trascorso alcune ore in un locale di Alseno, in provincia di Piacenza, prima di conoscere l'esito del test. L'Azienda sanitaria locale sta cercando di rintracciare circa 200 persone, residenti in provincia di Parma e di Piacenza e inserite nell'elenco dei frequentatori del locale stilato dai gestori quella sera. Una misura assunta in via precauzionale.

A seguito dell'analogo episodio avvenuto la settimana scorsa nella discoteca Seven Apples di Marina di Pietrasanta, al momento sono risultati positivi 5 degli avventori del locale oltre alla ragazza che avrebbe generato il focolaio. Al momento sono circa un migliaio i clienti del locale che hanno preso contatto con l'Asl per  sottoporsi al tampone per la ricerca del Covid ma solo 605 richieste sono state ritenute attendibili.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Regione ha predisposto un calendario che prevede, dal 12 al 15 Maggio, l'apertura graduale delle agende. Ma scarseggiano i posti per i sessantenni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Monica Nocciolini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità