Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
domenica 23 febbraio 2020

Attualità mercoledì 06 gennaio 2016 ore 12:00

Acqua, le bollette più care sono in Toscana

Pisa, Siena e Grosseto le città dove si spende di più per l'acqua, con aumenti del 7 per cento dal 2014. L'indagine sulle tariffe di Federconsumatori



FIRENZE — Il report annuale di Federconsumatori mette la maglia nera del caro-acqua a tre gestori toscani, quelli di Pisa, Siena e Grosseto. Secondo Federconsumatori le città con la bolletta più salata si trovano in prevalenza in Toscana: Pisa 442 euro, Siena 436, Grosseto 436, Firenze 402 come Prato e Pistoia, Carrara 396, Arezzo 392, Lucca 282. La bolletta dei toscani è quattro volte quella dei milanesi che spendono 106 euro.

Con la nuova delibera dell'Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico nel 2016 continueranno gli aumenti stimati sul 6 per cento.

Questi, in sintesi, i dati della 14esima Indagine nazionale sulle tariffe idriche e terza indagine nazionale sulle carte dei servizi di Federconsumatori, monitoraggio in tutte le città capoluogo sulle tariffe e sugli standard di qualità forniti agli utenti. 

Si confermano grandi differenze da città a città nella spesa annua 2015 di una famiglia media di 3 persone per un consumo annuo pari a 150 mc, dove la spesa media nazionale si attesta a 276 euro annui, per un costo medio al mc di 1,84 euro.

Rispetto alla spesa registrata nel 2014 si registra un aumento medio del +6,4 per cento pari a 16 euro a fronte di un inflazione che non supera il 0,1 per cento nell’anno appena trascorso. Per quanto riguarda il 2016 si prevedono aumenti analoghi a seguito della delibera approvata il 29 dicembre scorso per il periodo di regolazione 2016-2019 sulle tariffe dell’acqua. 



Tag

Coronavirus: la mappa del contagio

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità