Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:36 METEO:FIRENZE19°30°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 21 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Italia-Galles, fischi per Donnarumma al momento della sostituzione

Attualità giovedì 16 luglio 2020 ore 17:00

Covid, in Italia superati i 35mila morti

Sono 230 i nuovi contagiati, l'incremento maggiore arriva ancora dalla Lombardia, 80. I deceduti nelle ultime 24 ore sono stati 20



ROMA — In Italia i nuovi contagi da Covid sono cresciuti per il secondo giorno consecutivo dopo che martedì si era toccato l'incremento più basso da febbraio (+114). Ieri sono stati 163 e oggi il Ministero della Salute ne segnala 230, che portano il totale di persone positive in Italia a 243.736. I tamponi eseguiti nelle regioni italiane da ieri sono stati 50432 (ieri erano stati 48449). 

I decessi nelle ultime 24 ore sono stati 20 (ieri erano stati 13). Si è superata quota 35mila morti. Ora infatti sono 35017.

L'Italia, al momento, è il 13esimo paese al mondo per contagi, il quinto per numero di morti positivi al virus (primi gli Usa, poi Brasile, Uk e Messico).

Ricoveri in ospedale: nei reparti Covid ci sono 750 persone (meno 47 rispetto a ieri), in terapia intensiva sono 53 (meno 4 rispetto a ieri).

Anche oggi la regione con l'incremento maggiore di positivi è la Lombardia (80). Seguono Emilia Romagna (46), Veneto (29), Sicilia (17) e Toscana (12). A zero ci sono Valle d'Aosta, Umbria, Molise, Basilicata e Provincia autonoma di Trento.

dati ProCiv

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sul portale regionale possono prendere l'appuntamento solo over60 e fragili. L'ira del governatore Giani, le rassicurazioni del commissario Figliuolo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

STOP DEGRADO

QUI ambiente

Attualità