Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:15 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima gara di Federica Pellegrini: primo posto con standing ovation e tuffo con il presidente Malagò

QUI ambiente lunedì 06 settembre 2021 ore 08:50


Rifiuti, in Toscana costi diversi tra i vari comuni

Oscilla tra cento e ottocento euro ad abitante la spesa dei comuni toscani per la gestione dei rifiuti solidi urbani



FIRENZE — Grazie al Catasto dei rifiuti ISPRA è possibile analizzare i dati relativi a quanto i comuni spendono per gestire i rifiuti. Nei dati disponibili ci sono informazioni dettagliate sui costi di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, di trattamento e smaltimento, ma anche sui servizi di spazzamento e lavaggio delle strade, e sui costi generali.

Queste valutazioni sui costi hanno un interesse diretto per cittadini e imprese, considerato che sono i soggetti tenuti a pagare la TARI, l’imposta destinata appunto a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Per quanto riguarda la Toscana sono disponibili i dati relativi a 233 comuni su 273, relativi a 3.290mila abitanti.

Se rapportiamo al numero di abitanti la spesa complessiva sostenuta per tutti i servizi di igiene urbana, vediamo che in Toscana varia fra un minimo di meno di 100 euro ad abitante l’anno, a Peccioli (Pi), per arrivare agli oltre 800 di Forte dei Marmi (Lu), mentre il dato medio nazionale è di 176 euro e quello regionale di 205. Nel complesso sono un centinaio i comuni per i quali si registra un costo maggiore di quello medio regionale.

Se invece consideriamo più direttamente l’efficienza del servizio, considerando i costi per kg di rifiuti gestiti, questi variano fra il massimo del comune di CastellìAzzara (GR) con 74 Eurocent/kg al minimo, anche in questo caso, di Peccioli (Pi) con 12,56 Eurocent(kg. Il costo medio nazionale è invece di 59,62 Eurocent/kg e quello medio regionale di 56,84 Eurocent/kg.

Se ci concentriamo sui comuni più popolosi del campione, quelli con più di 40mila abitanti, vediamo che la “forchetta” dei costi sostenuti è comunque elevata, se passiamo dai 43,23 Eurocent/kg di Livorno ai 19,60 di Sesto Fiorentino con una percentuale di raccolta differenziata non molto dissimile. Stesso discorso vale per Viareggio 42,56 Eurocent/kg e una RD a quasi il 70%, e Prato con 22,18 Eurocent/kg e 74$ di differenziata.

Marco Talluri
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo il boato è scoppiato un incendio che ha generato una gigantesca colonna di fumo nero. Grande paura ma nessun ferito
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Lavoro