Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:05 METEO:FIRENZE23°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dell'attentato a Donald Trump durante un comizio in Pennsylvania: gli spari e le grida di terrore
Il video dell'attentato a Donald Trump durante un comizio in Pennsylvania: gli spari e le grida di terrore

Attualità giovedì 04 maggio 2023 ore 17:00

Toscana in festa per l'Europa, Consiglio regionale solenne

La seduta solenne del Consiglio regionale della Toscana
La seduta solenne del Consiglio regionale della Toscana

Assemblea toscana riunita in seduta straordinaria, mentre all'Istituto universitario europeo Mattarella ha aperto il forum The State of the Union



FIRENZE — Toscana in festa per l'Europa, con il Consiglio regionale della Toscana che si è riunito in seduta solenne alla presenza del vicepremier e ministro Antonio Tajani, mentre all'Istituto universitario europeo di Fiesole (Eui) il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha aperto con un suo messaggio il forum annuale The State of the Union.

La seduta dell'Assemblea legislativa toscana convocata per la Festa dell’Europa a Palazzo del Pegaso a Firenze è stata aperta dalle note dell'Inno alla Gioia e dell’Inno di Mameli suonati dall’orchestra ‘SaràBanda’ della scuola secondaria di primo grado Massimiliano Guerri di Reggello, nel Fiorentino, secondo una scelta con cui il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo ha inteso declinare plasticamente al futuro, quello delle giovani generazioni, la dimensione europea.

L'orchestra ‘SaràBanda’ della scuola secondaria di primo grado Massimiliano Guerri di Reggello

L'orchestra ‘SaràBanda’ della scuola secondaria di primo grado Massimiliano Guerri di Reggello

Poi l'ufficialità, con i lavori aperti proprio dal presidente Mazzeo: "L’Europa unita ci ha consegnato settant’anni anni di pace, oggi però nessuno può restare indifferente di fronte alla brutale aggressione della Russia all’Ucraina, un Paese sovrano, libero, indipendente, democratico, la cui popolazione è oggetto di attacchi mirati e criminali che uccidono con ferocia uomini, donne e bambini".

Quindi la proposta: "Mi appello al ministro Tajani, proprio come ho fatto qualche giorno fa a Sant’Anna di Stazzema con la vicepresidente del Parlamento europeo Pina Picierno: facciamo diventare il 25 Aprile il giorno europeo della Liberazione dal nazifascismo", ha sollecitato Mazzeo.

L'intervento del presidente Mazzeo

L'intervento del presidente Mazzeo

Sono poi seguiti i saluti del presidente della commissione Politiche europee e relazioni internazionali Francesco Gazzetti e del vicepresidente della commissione Giovanni Galli, dopodiché la parola è passata al vicepresidente del Consiglio dei ministri e ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale Antonio Tajani: “C’è da chiedersi perché siamo europeisti, perché crediamo nell’Europa. Non è un fatto utilitaristico, l’Europa è la nostra identità, la nostra storia, fa parte del nostro Dna. Questa città vanta uno dei primi europeisti della storia, Dante Alighieri".

L'intervento del presidente ministro Tajani

L'intervento del presidente ministro Tajani

Ad avviso del minitro "serve un'Europa che conti di più" nei grandi scacchieri internazionali delle alleanze geopolitiche, dei partenariati economici, del dialogo internazionale, specialmente in vista di un indomani rispetto alla guerra in Ucraina che attualmente non pare alle viste ma che ci sarà.

A tirare le fila con le conclusioni è stato il presidente della giunta regionale Eugenio Giani: “L’Europa è in noi e con noi”, ha esordito ricordando il peso che l'Ue riveste sotto il profilo normativo nazionale, ma anche in termini di risorse economiche. Pnrr docet, ma non solo.

Senza Europa non si va da nessuna parte", ha ammonito il presidente Giani ricordando che il respiro europeo che si vive a Firenze in questi giorni "in Toscana si vive dai tempi di Dante, passando dal Rinascimento e dal Settecento quando la Toscana, per prima, abolì nel 1786 la pena di morte, arrivando fino ai nostri giorni”.

L'intervento del presidente Giani

L'intervento del presidente Giani

Al termine della seduta solenne il presidente Mazzeo ha consegnato al ministro Tajani la ‘Festina Lente’, il simbolo della flotta di Cosimo I dei Medici, che rappresenta nel suo motto ‘affrettati lentamente’, la prudenza, ma anche il vento in poppa per svolgere al meglio i propri compiti.

La consegna della Festina Lente al ministro Tajani

La consegna della Festina Lente al ministro Tajani

Ma sempre oggi, però a Fiesole, l'Istituto universitario europeo ha aperto il forum annuale sullo stato dell'Ue, The State of the Union. Il vicepremier Tajani è intervenuto anche in quel consesso, aperto invece dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella con un messaggio in cui ha ripercorso le sfide a cui l'Europa è chiamata dall'attualità, invasione dell'Ucraina e conflitto conseguente in testa e poi fenomeno migratorio e post pandemia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno