Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Lavoro lunedì 07 novembre 2022 ore 19:00

Ex Gkn, presidio ai cancelli e tensione alle stelle

Il presidio ai cancelli della ex Gkn
Il presidio ai cancelli della ex Gkn (Foto: Andrea Quartini / Facebook)

Centinaia di persone con i lavoratori contro la rimozione di rifiuti industriali dallo stabilimento programmata da Qf, che alla fine ha rinunciato



FIRENZE — Un presidio con centinaia di persone ai cancelli della ex Gkn, oggi Qf, e una tensione fra lavoratori e azienda giunta a livelli stellari in cui la corda pare sul punto di potersi spezzare: così si è evoluta la vicenda nella giornata di oggi, data in cui Qf aveva annunciato lo smobilizzo di materiali ferrosi e rifiuti industriali per liberare la fabbrica di Campi Bisenzio per il primo mattino.

E invece stamani ecco la protesta. Da oltre un anno gli operai presidiano lo stabilimento. Centinaia di persone hanno accolto l'appello lanciato ieri dai lavoratori a recarsi dinanzi ai cancelli per contestare la decisione di rimuovere i rifiuti industriali, iniziativa definita dai dipendenti e dai loro rappresentanti sindacali come un attacco all'assemblea permanente dei lavoratori. 

Alla fine Qf ha gettato la spugna, rinunciando a liberare i capannoni per l'assenza delle condizioni di sicurezza necessarie. L'azienda già nella scorsa seduta del tavolo ministeriale aveva imputato lo stallo alla mancanza di agibilità dello stabilimento. Oggi sostiene di aver trovato conferma delle sue ragioni.

Stamani davanti ai cancelli si sono raccolti sindacalisti, rappresentanti politici e istituzionali, operai e studenti ma anche comuni cittadini. Sono arrivati tra gli altri Valerio Fabiani, consigliere per il lavoro del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani che ha seguito la vertenza passo dopo passo, l'ex sindaco di Campi Bisenzio e oggi deputato Emiliano Fossi, il deputato del M5s Andrea Quartini oltre al segretario Fiom Cgil di Firenze Daniele Calosi.

Numerosi gli striscioni imbandierati ai cancelli, con scritte come "Pezzi scarti, rave party" o "In attesa che il sole sorga l'operaio insorge". Intanto dal Collettivo di fabbrica ex Gkn è stato rivolto l'invito ad altre realtà sul territorio nazionale a sostenere l'azione dei lavoratori dell'azienda alle porte di Firenze con post e tag su Facebook. Anche in questo caso l'appello pare essere stato raccolto, il tag #insorgiamo ha preso quota fra i trend topic.

In serata il presidente Giani ha auspicato come unica via di soluzione positiva della vertenza la ripresa del dialogo tra le parti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il violento impatto ha coinvolto un'auto e un furgoncino. Due tra i feriti sono in condizioni più serie. Altri incidenti a Sinalunga e a Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca