Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:40 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 24 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, la scheda chiusa in un sacchetto: ecco come votano i parlamentari che hanno il Covid

Attualità venerdì 07 dicembre 2018 ore 16:40

Jacopo e Ilaria comunicatori e rompiscatole

Il Corecom ha conferito il titolo di comunicatori dell'anno a Ilaria Bidini e a Jacopo Melio. Miglior tesi in comunicazione a Silvia Bertelli



FIRENZE — “Quest’anno abbiamo premiato due rompiscatole, un ragazzo e una ragazza, che impiegano ogni attimo della loro giornata a ricordarci che la cosa più importante è la persona, e che alle persone vicine dobbiamo stare attenti. Ci aiutano a non dimenticare la disabilità, le scelte di vita diverse, il rispetto per le idee differenti dalle tue. Se mettiamo insieme tutto questo, forse, nasce una società un po’ migliore. Ilaria e Jacopo sono due giovani toscani che, ogni giorno, sono lì a ricordarci tutto questo”. Il presidente del Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) Toscana, Enzo Brogi, ha riassunto in queste parole il senso della cerimonia di conferimento del titolo di “Comunicatore toscano dell’anno” a Ilaria Bidini e Jacopo Melio.

Ilaria Bidini, 33 anni, aretina, ha conseguito nel luglio scorso la laurea triennale in Scienza dell’educazione e della formazione all’Università di Siena con una tesi divenuta simbolo della sua battaglia ”Sconfiggere il bullismo, il contributo dell’educazione”. Si tratta di un vero e proprio manifesto, che sottolinea l’importanza fondamentale dell’educazione per abbattere ogni tipo di pregiudizio e “barriera”. Nel novembre dello scorso anno il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’ha insignita dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana.

Jacopo Melio, nato nel 1992 in un paesino poco lontano da Firenze, studia Comunicazione, media e giornalismo alla Cesare Alfieri dell’Università di Firenze. Nel luglio 2014, dopo un articolo ironico sulle barriere architettoniche, è promotore della campagna nazionale #vorreiprendereiltreno, diventata poi una onlus, catturando l’attenzione di media italiani e stranieri. A settembre 2017 vince il Premio del cittadino europeo, assegnato dal Parlamento europeo per aver messo in pratica i valori della solidarietà e della cooperazione internazionale e nel novembre scorso vince, come attivista, il premio Cild (Coalizione italiana libertà e diritti civili).

Nell’occasione è stata premiata anche la migliore tesi di laurea in comunicazione di quest’anno in Toscana. Il riconoscimento è stato assegnato a Silvia Bertelli, nata nel 1993 a San Miniato (Pisa), con “La comunicazione digitale per la storia. Digital public history, musei e luoghi di memoria”. Un lavoro che analizza il cambiamento della figura dello storico e propone una definizione molto originale del digital public historian.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il giovane non aveva voluto vaccinarsi così come il genitore. Nuovo rapporto Iss: "I non vaccinati finiscono in terapia intensiva 40 volte di più"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità