Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:FIRENZE11°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

Attualità giovedì 02 giugno 2016 ore 14:25

"Non c'è stata una causa naturale per la voragine"

Lo ha detto il sindaco Nardella durante l'ultimo sopralluogo nel cantiere per la messa in sicurezza della frana sul lungarno Torrigiani



FIRENZE — Non si sono fermati neppure per la festa della Repubblica i lavori sul lungarno Torrigiani per il ripristino dell'enorme voragine che si è aperta a poche centinaia di metri dal Ponte Vecchio il 25 maggio scorso.

Il sindaco Nardella ha effettuato un nuovo sopralluogo (portando le paste agli operai) e ribadito ai giornalisti che l'obiettivo è quello di chiudere il cantiere entro cinque mesi, per presentarsi in modo adeguato alle celebrazioni per i 50 anni dall'alluvione del 1966.

Per quanto riguarda le indagini sulle cause della frana, Nardella - da giorni in aperta polemica con il gestore idrico, Publiacqua, sulle responsabilità e gli eventuali errori umani che potrebbero essere alll'origine della voragine (vedi articoli collegali, ndr) - ha ribadito le conclusioni a cui sono giunti ieri i geologi dell'Università di Firenze che hanno esaminato le immagini dell'area del lungarno scattate dai satelliti nei giorni precedenti allo sprofondamento.

"Le immagini dei satelliti hanno chiarito che, prima del 25 maggio, non ci sono stati movimenti di alcun tipo - ha detto il sindaco - Quindi non vi è una causa naturale per la voragine".

Guarda la video-intervista integrale a Dario Nardella


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

DARIO NARDELLA SU SOPRALLUOGO CANTIERE TORRIGIANI - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno