Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 05 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Attualità sabato 12 novembre 2022 ore 13:52

Poliziotti eroi premiati in Toscana

Una tragica storia. Intervenuti per salvare un uomo avvolto dalle fiamme, uno di loro è rimasto ferito. Guarito, ha chiesto di rientrare in servizio



FIRENZE — Scudi di San Martino, tra i premiati anche due poliziotti sardi. Il premio che rappresenta una delle onorificenze più significative della Regione Toscana, è stato consegnato, nel Salone dei ‘500 di Palazzo Vecchio a due poliziotti, protagonisti di un eroico gesto di coraggio, purtroppo senza lieto fine.

Siamo ad Assemini nel Cagliaritano, dove intorno alle 6 e 30 del 24 Settembre del 2021 due agenti delle volanti, l'assistente Capo Marco Marras e l’agente scelto Loris Tola vengono attivati per fermare un cittadino romeno che poco prima aveva chiamato il 112 riferendo al telefono che di lì a poco avrebbe dato fuoco con la benzina al suo datore di lavoro.

Dopo una ventina di chilometri la volante raggiunge la cittadina dove viene allertata la potenziale vittima e le ricerche portano ad individuare un uomo seduto su una panchina con un grosso secchio tra le gambe. Appena i due agenti si avvicinano, capiscono che i propositi del malintenzionato sono cambiati. I poliziotti non hanno neanche il tempo di provare a dissuaderlo: l’uomo infila le braccia nel secchio pieno di combustibile e tira fuori un accendino.

Il capo pattuglia Marco si getta su quell’uomo e cerca in tutti i modi di fermarlo ma oramai è troppo tardi: viene travolto da una fiamma violenta che non risparmia nessuno dei due. Loris, che nel frattempo si era avvicinato per impedire il peggio, resta miracolosamente illeso dal fuoco, ma si ritrova di fronte due torce umane, una delle quali è il suo compagno di pattuglia.

Loris corre verso l’auto della polizia, afferra al volo l’estintore in dotazione e da solo doma l’incendio. Poi sfila gli scarponi ormai fusi dai piedi del suo collega e cerca, per quanto possibile, di dare sollievo ai due feriti, bagnando i loro corpi visibilmente ustionati. Arrivano quasi subito i soccorsi e le ambulanze partono verso l’ospedale di Sassari, il più vicino attrezzato per queste urgenze. Pochi giorni dopo l’uomo non ce l’ha fatta.

Marco ha riportato ustioni di III grado su oltre il 40% del corpo e per lui inizia una lunga e dolorosa degenza. Reagisce, si rimette in piedi e, appena le sue condizione lo permettono, chiede di rientrare in servizio a bordo di una volante insieme all’amico Loris.

I protagonisti della vicenda sono stati promossi a Vice Sovrintendente e Assistente della Polizia di Stato.

Il questore Maurizio Auriemma ha ricevuto i due poliziotti sardi con i quali si è voluto personalmente congratulare, elogiando proprio il loro coraggio, l’altruismo, la determinazione, il forte senso del dovere e l’amore disinteressato per la vita umana che hanno dimostrato con il loro gesto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 47 anni è deceduto in seguito all'investimento di un cinghiale sulle strade del Mugello, inutili i soccorsi da parte del personale del 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità