comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:05 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 28 novembre 2020
corriere tv
Le ultime immagini di Maradona, passeggia e ricambia il saluto di una bambina

Elezioni 2020 venerdì 03 luglio 2020 ore 11:00

SONDAGGIO - Regionali 2020, solo 2 punti fra Giani e Ceccardi

Nuovo sondaggio esclusivo di Opimedia per Toscanamedia-QUInews in vista delle elezioni di Settembre. Nessun schieramento oltre il 45% dei consensi



FIRENZE — I toscani saranno chiamati alle urne il 20 e il 21 Settembre per eleggere il nuovo presidente e il nuovo consiglio della Regione Toscana. Ecco il nuovo sondaggio realizzato in esclusiva per ToscanaMedia-QUInews da Opimedia nel mese di Giugno 2020 con il metodo del Super Indice regionale.

L'indagine ha registrato ulteriori movimenti tra le forze politiche insieme all'ufficiale discesa in campo di tutti i candidati dei principali schieramenti. E’ significativo il fatto che la sfida tra candidati presidenti della Regione, rispetto al passato recente, risulterà ancora più rilevante per l’esito finale: alle ultime consultazioni, queste candidature sono state in grado di spostare significative percentuali di voto, in alcuni casi arrivando persino al 10% del totale. Una tendenza che si inquadra in un contesto di sempre maggiore mobilità dell’elettorato che tende a votare sempre più spesso la persona-candidato anziché i partiti o la coalizione che lo supportano.

Vediamo adesso i risultati del sondaggio di Giugno partendo dal consenso dei partiti politici e confrontando i dati con quelli del sondaggio del mese di Maggio. Ricordiamo che secondo l'attuale legge elettorale della Regione Toscana, la soglia di sbarramento per le coalizioni è il 10%, per le liste singole il 5% e per quelle in coalizione del 3%.

I PARTITI

Nella coalizione del centrodestra, ancora un calo di un punto percentuale sia per la Lega - che scende al 23% (-1%) - che per Forza Italia che scende al 4%. Stabile Fratelli d’Italia al 13%. Un'eventuale lista di supporto direttamente intitolata a Susanna Ceccardi, la candidata presidente della coalizione di centrodestra, è accreditata del 3%

All’interno della coalizione di centrosinistra, che sostiene il candidato presidente Eugenio Giani, i partiti che potrebbero superare la soglia di sbarramento sono al momento il Pd e Italia Viva. Il Pd è accreditato del 32% dei voti (stabile rispetto a Maggio), mentre Italia Viva si attesta al 7% con un calo dell'1% rispetto al mese precedente; buona la performance di un'ipotetica lista dei Verdi - 2% - non sufficiente però a superare la soglia di sbarramento. 2% di consensi anche per il movimento Azione di Carlo Calenda.

Il M5S mantiene anche a Giugno un 7% di consensi che permetterebbe alla sua candidata presidente Irene Galletti di entrare nel parlamentino toscano.

La lista Toscana a Sinistra del candidato presidente Tommaso Fattori si assesta al momento intorno al 3% e quindi ne resterebbe fuori.

LE COALIZIONI

In base alla rilevazione di Giugno, in Toscana la coalizione di centrodestra formata da Lega, Fratelli d'Italia, Forza Italia e la Lista Ceccardi parte da un potenziale del 42% dei voti mentre quella di centrosinistra formata da Pd, Italia Viva, Verdi, altre forze di sinistra e +Europa raggiunge il 44%, superando gli avversari di soli 2 punti

I SEGGI

Il 2% di voti che separa i due principali schieramenti è un dato significativo anche perché, secondo la legge elettorale toscana, se una coalizione raggiunge il 45% dei consensi, scatta l’attribuzione di un premio di maggioranza. La proiezione dei seggi cambia quindi a seconda del superamento o meno del 45%.

Alla luce dl sondaggio Opimedia di Giugno, nessuna coalizione andrebbe oltre questa soglia e la maggioranza nel Consiglio regionale sarabbe composta da 23 consiglieri, 19 del Pd e 4 di Italia Viva.

Il seggio in più destinato alla minoranza andrebbe al M5S seppure con margini minimi di attribuzione.

--

SCHEDA TECNICA SUPER INDICE REGIONALE
Il SIR (“Super Indice Regionale” ©) è un modello statistico elaborato ogni 15 giorni su base regionale da Opimedia.
Il dato finale è il risultato prodotto da modelli matematici che combinano i dati storici su base locale con gli indici ricavati da tutti i sondaggi elettorali degli ultimi 15 giorni.
Il SIR (“Super Indice Regionale”©) fornisce dunque l’anda
mento del consenso dei principali partiti e delle coalizioni nella regione di riferimento.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità