Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:06 METEO:FIRENZE18°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L'Italia segna e il telecronista argentino impazzisce in diretta per il gol di Zaccagni
L'Italia segna e il telecronista argentino impazzisce in diretta per il gol di Zaccagni

Attualità venerdì 08 dicembre 2023 ore 09:35

Trasporti ferroviari, stretta dalla Toscana sulla sicurezza

Deragliamento - foto da Regione Toscana

Quest'anno tre deragliamenti e un principio di incendio. La Regione chiede chiarimenti a Trenitalia, Rete Ferrovia Italiana ed Ansfisa



FIRENZE — Tre deragliamenti ed un principio di rogo, questi gli episodi più eclatanti del 2023 nei trasporti ferroviari. L’assessore regionale alla mobilità e ai trasporti, Stefano Baccelli, adesso ha scritto una lettera a Trenitalia, a Rete Ferroviaria italiana e all’Agenzia nazionale per la sicurezza delle Ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (Ansfisa) per richiedere chiarimenti sulla sicurezza dei trasporti su ferro in Toscana.

“E’ necessario – scrive l’assessore Baccelli – fare il quadro sull’effettivo stato di sicurezza dei treni e dei convogli in marcia, ma anche delle linee ferroviarie, dei dispositivi di regolazione e segnalazione del traffico ferroviario e del rispetto delle verifiche di sicurezza effettuate sul territorio toscano”.

Quella richiesta è una ricognizione a tutto tondo che l’assessore motiva richiamando i vari episodi che nel corso dell’anno hanno destato preoccupazione tra i cittadini e i lavoratori. Tra questi cita appunto il deragliamento di un treno passeggeri, avvenuto il 20 Novembre scorso, nel comune di San Giuliano Terme a Lucca lungo la linea Pisa-Lucca, ma anche un principio di incendio verificatosi a Febbraio a Viareggio e il deragliamento ad Aprile a Firenze Castello e a Maggio a Firenze Romito.

“Insomma – sintetizza l’assessore – nel corso dell’anno vi sono stati vari episodi per cui mi preme ritornare sul tema della sicurezza dei trasporti su ferro.”

“Per questo motivo – ecco la conclusione della sua lettera – sono a richiedere anche la possibilità di un incontro con i gestori del servizio e dell’infrastruttura, nonchè con la competente direzione di Ansfisa, in modo da condividere lo stato dell’arte, i programmi e le possibili azioni future”.

I destinatari della sua lettera sono Luigi Corradi, Amministratore delegato di Trenitalia, Giampiero Sbrisciglio, Amministratore delegato di Trenitalia e Pier Luigi Giovanni Navone, direttore dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle Ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno