comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:58 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Attualità domenica 22 gennaio 2017 ore 16:05

Terme, scintille sulla cessione della Regione

L'assessore Fratoni risponde all'attacco mosso da Federalberghi contro la liquidazione della quota regionale a Montecatini e Chianciano



FIRENZE — Il termalismo così com'é non funziona più. Giusto rilanciare, ma attraverso nuove strade. Questa la posizione dell'assessore regionale Federica Fratoni all'indomani del duro attacco da parte dell'associazione di categoria degli albergatori Federalberghi contro la decisione della Regione Toscana di dismettere la propria quota nelle società di gestione delle Terme di Montecatini e Chianciano entro la metà del 2017.

"La Regione è ben consapevole dell'importanza del settore termale e del suo indotto, in particolare per le città di Montecatini e Chianciano e le aree limitrofe. Tuttavia è anacronistico nel 2017 e con le attuali condizioni pensare che il pubblico possa fare termalismo", ha detto Fratoni.

"Per un vero rilancio del termalismo servono imprenditori validi - ha poi aggiunto l'assessore - che abbiano capacità imprenditoriale, idee, progetti, risorse da investire. La Regione non vuol banalmente lavarsi le mani del futuro delle Terme di Montecatini e di Chianciano, al contrario è impegnata in progetti per il rilancio delle città e continua a sostenere le convenzioni tra le Terme e il Sistema sanitario nazionale, convenzioni che a Montecatini si arricchiranno della parte che riguarda la riabilitazione".

Il problema, per l'assessore, è che "le nuove norme rendono impossibile per l'amministrazione regionale continuare ad avere le proprie quote nelle società termali di Montecatini e Chianciano e inoltre da tempo non è più possibile ricapitalizzare società in perdita. Per dare futuro a queste importanti realtà serve un piano di rilancio di lunga prospettiva e saremo felici se Federalberghi deciderà di aiutarci e farà la sua parte, sensibilizzando imprenditori esperti perchè scendano in prima fila".

"Restare ancorati ad un passato troppo diverso dalla situazione attuale è limitato e limitante - ha concluso Fratoni - solo attraverso la concretezza nel valutare la situazione attuale e il coraggio di gestire i cambiamenti, potremo dare una nuova prospettiva al termalismo in Toscana".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità