Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:00 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Attualità giovedì 10 dicembre 2020 ore 10:45

Paolo Rossi, la Toscana piange il suo campione

Paolo Rossi

L'ex campione del mondo di calcio è morto all'ospedale delle Scotte di Siena dove è stata allestita la camera ardente aperta solo ai familiari



FIRENZE — La scomparsa di Paolo Rossi, leggendario campione dei Mondiali di Spagna del'82, è stata accolta con grande commozione in Toscana e non solo nel mondo del calcio. L'ex capocannoniere, nato a Prato nel 1956, è morto a 64 anni all'ospedale delle Scotte di Siena dove da qualche tempo era ricoverato o dove al momento si trovano i familiari. Proprio alle Scotte, da quanto si apprende, è stata jjallestita la camera ardente che rimarrà aperta solo a parenti e amici stretti, in rispetto alle norme anti-Covid. La salma dell'ex campione del mondo dovrebbe lasciare l'ospedale nella mattinata di domani.

Dopo l'annuncio della sua scomparsa dato dalla moglie Federica Cappelletti con un messaggio su Instagram, è iniziata la pioggia di messaggi di cordoglio. Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, su Facebook, ha salutato così l'ex campione di calcio: "Ci hai regalato momenti indelebili della nostra storia.Un toscano sulla vetta del Mondo, campione unico e indimenticabile.Ciao Pablito, ti ricorderemo sempre con il tuo sorriso!". 

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella ha espresso il proprio cordoglio sul social ricordando le prime esperienze di Rossi proprio a Firenze "sui campi di Soffiano, alla Cattolica Virtus". "Non dimenticheremo mai le gioie di quel Mundial", ha scritto ancora Nardella. 

Grande il dolore dell'amico e compagno dell'avventura ai Mondiali dell'82 Giancarlo Antognoni, attuale club manager della Fiorentina, che ha potato una foto che lo ritrae accanto a Paolo Rossi in occasione di una mostra dedicata, solo tre anni, al campione scomparso a Palazzo Bancio Buonamici a Prato. "Noi, ragazzi dell'82, sempre insieme in tutti questi anni. Ciao amico", ha scritto Antognoni.

Al cordoglio dell'intero mondo sportivo si è unita la Fiorentina: "Tutta la Fiorentina piange l'eroe del Mundial'82 Paolo Rossi. Toscano, nato a Prato, indimenticabile protagonista nella nazionale di Bearzot della Coppa del Mondo vinta in Spagna", questo il ricordo del Club Gigliato. A Coverciano, sede del Centro Tecnico Federale, la Figc ha deciso di abbassare le bandiere a mezz'asta in segno di lutto, così come nella sede romanda della Federazione. 

Ci hai regalato momenti indelebili della nostra storia. Un toscano sulla vetta del Mondo, campione unico e indimenticabile. Ciao Pablito, ti ricorderemo sempre con il tuo sorriso!

Pubblicato da Eugenio Giani su Giovedì 10 dicembre 2020
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gravissimo incidente la notte scorsa, un ragazzo ha subito l'amputazione di entrambe le gambe. È ricoverato in prognosi riservata
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità