Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 04 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Nubifragio nel Messinese, strade allagate e persone intrappolate nelle auto

Imprese & Professioni domenica 28 agosto 2022 ore 09:45

​Formazione digitale: dalla musica alle lingue, le lezioni ora si svolgono sul web

Lezioni online per qualunque disciplina: dalle lingue alle scienze, dal marketing all’arte e persino alla musica e allo sport.



TOSCANA — Che la recente pandemia di Covid-19 abbia stravolto le nostre abitudini quotidiane, è ormai un fatto innegabile.

I diversi lockdown che si sono susseguiti nei due anni precedenti allo scopo di contenere il virus e tutte le azioni intraprese per garantire in qualche modo una continuità tra i contatti sociali, hanno infatti finito per modificare in maniera permanente il nostro modo di gestire non solo il lavoro ma anche il tempo libero.

Se le relazioni sono state possibili anche durante il periodo di confinamento, il merito lo si deve prevalentemente alla tecnologia e alla possibilità di accedere a qualsiasi prodotto e servizio da remoto, comodamente da casa.

Lo smart-working, lo shopping online, la sanità digitale e le piattaforme di e-learning sono solo alcuni degli strumenti che la pandemia ci ha offerto durante i lockdown e che tuttora continuano ad essere sfruttati con soddisfazione dagli utenti, nonostante sia nuovamente possibile gestire tutto in presenza.

Non si può negare, infatti, che ordinare la spesa “al volo” e riceverla direttamente a casa o in ufficio, oppure sfruttare i ritagli di tempo durante il giorno per seguire un corso di formazione online sia molto più comodo e persino economico, in quanto permette di contenere i costi di spostamento.

È proprio in questo modo che in tanti hanno quindi avuto la possibilità di dedicarsi quotidianamente ad attività formative e forme di svago che prima potevano risultare più impegnative da gestire, come ad esempio imparare a suonare uno strumento musicale in maniera professionale.

Ma è davvero possibile acquisire competenze e conoscenze approfondite con lezioni online, senza rinunciare alla qualità da sempre offerta dall’insegnamento in presenza? La risposta è sì, ma a patto di scegliere il corso e l’insegnante giusto.

La qualità della formazione a distanza

Il concetto non è nuovo, ma la sua applicazione è totalmente inedita. La formazione a distanza si è infatti rivelata determinante per lo sviluppo scolastico dei ragazzi nei due anni di pandemia e la sua efficacia è stata tale che l’idea si è rapidamente estesa a numerosi campi e tematiche: dalle lingue alle scienze, dal marketing all’arte e persino alla musica e allo sport.

Benché in passato fosse già possibile apprendere una lingua online o migliorare le proprie capacità artistiche grazie al web, la nascita di vere e proprie piattaforme di e-learning ha reso tutto più valido, innalzandone la qualità e rendendo possibile l’apprendimento online anche di discipline da sempre legate alla modalità in presenza.

È il caso, ad esempio, del canto, del ballo e della musica in generale. Per imparare a ballare o suonare uno strumento correttamente, infatti, il confronto dal vivo con un professionista è sempre stato necessario per assicurarsi la corretta esecuzione dei movimenti.

Grazie allo sviluppo di piattaforme di e-learning innovative dal punto di vista tecnologico, ben strutturate ed efficienti, però, la didattica online ha fatto un vero e proprio salto di qualità. È ora possibile per studenti e insegnanti interagire in tempo reale e con le più moderne tecniche pedagogiche per una formazione integrale ed efficace, muovendosi all’interno di un ambiente virtuale orientato al rapido e facile insegnamento.

Oggi è quindi possibile studiare una lingua straniera sullo smartphone, prendere lezioni di cucina e addirittura seguire lezioni di musica online negli orari e nelle modalità che più si preferisce, potendo contare sull’alta qualità dell’insegnamento erogata da docenti qualificati.

Non più quindi video amatoriali in streaming diffusi su YouTube da aspiranti professionisti, ma veri e propri percorsi didattici tenuti da docenti in carne ed ossa, proprio come avviene con un corso in presenza.

Non a caso, durante il periodo del lockdown le ricerche online per corsi e lezioni di musica hanno visto un’impennata senza precedenti: ben 7.130 per corsi online di chitarra, con un aumento del +700% in un solo mese.

È davvero possibile imparare a suonare uno strumento con delle lezioni online?

Benché seguire lezioni di chitarra online o imparare a ballare da remoto attraverso lo schermo di un dispositivo possa sembrare molto complesso, se si dispone delle risorse giuste ciò può rappresentare un'esperienza persino stimolante.

Tutto ciò che occorre è appunto uno strumento, la volontà d’imparare e un insegnante qualificato, come quelli disponibili su Classgap. In piattaforme di e-learning come queste, infatti, è disponibile una vasta gamma di docenti di chitarra e di altre discipline con la possibilità d’impartire lezioni personalizzate a seconda delle esigenze e del livello di ogni studente.

In caso di dubbi è anche possibile richiedere un colloquio preliminare con l'insegnante, senza obblighi, oppure una lezione di prova gratuita in modo da testare il metodo prima di confermare la propria scelta.

Di certo, però, è necessario che lo studente sia dotato di buoni dispositivi audio-visivi, quali webcam, microfono e cuffie. Solo in questo modo, infatti, sarà possibile usufruire di un insegnamento di qualità superiore, pari a quello erogato in presenza.

In ogni caso, prima di scegliere l’insegnante con cui iniziare il percorso di formazione online, può essere utile alcuni aspetti fondamentali, come:

  • Il tipo di strumento che si desidera suonare, nel caso della chitarra se classica, acustica o elettrica e lo stile musicale con cui si vuole iniziare (classico, pop, country o altro);
  • Analizzare diversi insegnanti disponibili senza perdere di vista i propri obiettivi e le prospettive;
  • Decidere se prendere lezioni a livello base o per un periodo più lungo, allo scopo di diventare un professionista;
  • Se si hanno già delle conoscenze pregresse, assicurarsi che l'insegnante sia in grado di procedere con la stessa modalità di insegnamento;
  • Ricordarsi che un buon musicista non è necessariamente un buon insegnante. Pertanto è necessario verificare da quanto tempo il docente insegna chitarra e il feedback ricevuto dagli studenti precedenti.

Una volta selezionato l'insegnante più adatto alle proprie necessità, è quindi necessario dedicarsi a una pratica costante e non avere timore di esprimere eventuali dubbi. Lo scambio di opinioni è infatti indispensabile per la crescita e il miglioramento.

A tale scopo, l’insegnante dovrebbe proporre esercizi e sfide per accelerare i progressi negli studi e aumentare progressivamente la difficoltà in base al livello raggiunto.

Nonostante molti siano ancora scettici riguardo la possibilità di imparare una disciplina in maniera completa interamente da remoto, i portali di formazione digitale sono stati in grado di fornire un aiuto concreto al sistema scolastico pubblico e agli studenti di tutti i livelli durante la pandemia, grazie al supporto dei migliori insegnanti privati di diverse discipline.

Ciò si è rivelato utile non solo per fornire ai più giovani continuità nella formazione, ma anche per aiutarli a superare meglio la difficile condizione cui sono stati costretti per due anni. Secondo numerosi studi, infatti, dedicare tempo all’arte, alla musica e agli hobby creativi può aiutare a rilassare il cervello e mantenerlo allenato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno