Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE19°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 19 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità sabato 04 luglio 2015 ore 15:32

Palazzo aperto, tanta storia ed expo

Il consiglio regionale avrà un nuovo percorso storico itinerante e alcune delle sale saranno a disposizione dei Comuni per mostre e esposizioni



FIRENZE — "Intendo proporre questi progetti subito e spero di vederli realizzati nei prossimi mesi". Lo ha annunciato stamani il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, durante la presentazione delle iniziative che nei prossimi mesi renderanno più accessibile al pubblico il palazzo di via Cavour.

All'interno di Palazzo Panciatichi Ximenes, sede del Consiglio regionale della Toscana, ci sarà un nuovo percorso itinerante dedicato alla storia della toscana, mentre alcune sale sul lato di via de' Pucci diventeranno l'expo dei 279 Comuni della Toscana.

L'inaugurazione di questo percorso sarà per la Festa della Toscana 2015. All'interno delle sale i comuni potranno allestire gratuitamente mostre ed esposizioni temporanee dedicate alle loro realtà.

Nel dettaglio il percorso prenderà il via dal corridoio affrescato al primo piano con pannelli dedicati ai periodi etrusco, romano e medievale in Toscana. Quindi la vicina sala Barile diventerà la sala del Pegaso con la riproduzione della medaglia esposta al Bargello, voluta dal cardinale Pietro Bembo, che ispirò Carlo Ludovico Ragghianti, primo presidente del Comitato toscano di liberazione nazionale, espressione della Resistenza e della nuova Toscana. A seguire, nella Cappella Capponi, che sarà restaurata, tre quadri raffigureranno tre personalità di spicco rappresentative della Toscana.

Infine, nella sala dove finora c'era la commissione affari europei del Consiglio, troveranno posto altre tappe della storia toscana moderna, dal 1555 in poi, passando per Granducato, Unità d'Italia, fino all'istituzione della Regione Toscana nel 1970. 

Il presidente ha anche annunciato di desiderare che Palazzo Panciatichi entri sistematicamente a far parte delle guide storico-turistiche della città con un proprio capitolo dedicato in modo da dare un primo importante segnale di apertura e dialogo tra le istituzioni e la cittadinanza.

Giani in merito presenterà una relazione alla prossima seduta del Consiglio regionale il 7 luglio. "Voglio creare un percorso storico - ha spiegato il presidente del Consiglio regionale - che permetta di visitare il palazzo, che più direttamente rappresenta i toscani ma che allo stesso tempo ha un importante valore storico e artistico senza contare le numerose opere d'arte che conserva". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Eugenio Giani - video

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vettura in transito è stata centrata dalla porzione di copertura spazzata via dalla tromba d'aria. Sul posto vigili del fuoco e 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità