Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 23:10 METEO:FIRENZE16°19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella tra i primi al seggio a Palermo a votare per le elezioni

Attualità sabato 28 maggio 2022 ore 19:25

La guerra in Ucraina costa 1.059 euro a ogni famiglia toscana

La stima è della Cgia, l'associazione degli artigiani e piccole imprese. Chi abita nel nord e del centro Italia risente di più dei costi dell'energia



TOSCANA — Nel 2022 le conseguenze della guerra dichiarata dalla Russia contro l'Ucraina produranno in media alle famiglie italiane 929 euro di costi in più. Analizzando la situazione regione per regione, ogni famiglia toscana dovrà sostenere una perdita di potere d'acquisto ancora maggiore: 1.059 euro.

A stimare gli effetti del sanguinoso conflitto scatenato da Mosca contro Kiev è stata la Cgia, l'associazione artigiani e piccole imprese, confrontando le ultime previsioni di crescita del Pil prima dell'inizio del conflitto (gennaio 2022) con quelle realizzate dopo l'invasione russa, in particolare nel mese di aprile. E' emerso che il calo della ricchezza prodotta in Italia sara' dell'1,4%, equivalente, in termini assoluti, a 24 miliardi di euro che, rapportati ai 25 milioni di famiglie che vivono nella Penisola, si traduce in una perdita di potere d'acquisto per ciascun nucleo di 929 euro.

Le famiglie più penalizzate saranno quelle delle regioni del nord e del centro, soprattutto per i rincari dei costi dell'energia, in particolare quelle che abitano in Trentino Alto Adige (1.685 euro di costi in più), nella Valle d'Aosta (.1473 euro) e nel Lazio (1.279 euro). In Veneto le spese maggiori saranno di 1.065 euro a famiglia, in Basilicata di 1.043.

Nelle regioni del sud l'impatto della guerrra sarà meno pesante perchè i costi energetici sono in generale più contenuti (si pensi alle spese per il riscaldamento, ad esempio), l'economia è meno aperta ai mercati internazionali e quindi ne subisce meno le crisi e il prodotto interno lordo per ciascun cittadino è più basso.

"Queste stime, ovviamente, sono parziali e suscettibili di cambiamenti specie se la situazione militare subisse un'escalation - ha spiegato la Cgil in una nota - In Italia c'e' stato un forte rincaro delle bollette di luce e gas, le difficolta' del commercio internazionale da e verso alcuni paesi, l'impennata dell'inflazione e la difficolta' di reperire molte materie prime. L'inflazione 2022 e' prevista attorno al 6% ed è una tassa della peggiore specie che colpisce, in particolar modo, chi ha un reddito fisso. Secondo l'Istat, infatti, con un caro vita in crescita del 6%, questo si traduce in un incremento effettivo dell'8,3% per le famiglie piu' povere e del 4,9% per quelle benestanti".

La Cgia ha chiesto quindi al Governo di intervenire subito tagliando in misura rilevante il cuneo fiscale.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto sul posto nonostante i tentativi di rianimazione il ragazzo di 26 anni alla guida dell'auto coinvolta nel drammatico incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità