Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:35 METEO:FIRENZE14°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 01 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La drammatica battaglia per l'acciaieria Azovstal di Mariupol vista con gli occhi del soldato-cameraman: le immagini

Politica sabato 04 luglio 2015 ore 14:23

Legge Severino, la sfida di Mallegni

Il neo-sindaco di Forza Italia, sospeso ieri, non molla: "Sarò tutti i giorni in Comune". E Mugnai lo lancia come vice-coordinatore del partito



PIETRASANTA — "La giustizia in Italia non funziona e io ne sono la prova vivente. Ho fiducia nei magistrati, è la politica che è inadeguata se ci sono queste leggi che spero cambino". Chi si aspettava un passo indietro o una mossa d'attesa da Massimo Mallegni, si sbagliava di grosso. Il neo-sindaco di Pietrasanta, eletto il 14 giugno scorso e sospeso ieri dal prefetto di Lucca in base alla legge Severino (a causa di una condanna, sospesa per condizionale, per abuso d'ufficio del 2012), lancia oggi la sua crociata contro una legge che giudica sbagliata e iniqua.

Già ieri prima ha annunciato un ricorso d'urgenza al tribunale di Firenze. Stamani, a sorpresa, la seconda mossa, quando si è prresentato per un incontro stampa assieme alla giunta comunale, annunciando di non aver la minima intenzione di mollare. "Non svolgerò atti amministrativi - ha detto mallegni - ma sarò ugualmente in Comune, incontrerò i cittadini e risponderò al telefono". 

Nel frattempo, l'amministrazione del Comune di Pietrasanta passerà nelle mani del vicesindaco, Daniele Mazzoni, che subetrerà a tutte le deleghe del primo cittadino. "Cercheremo insieme di superare questo momento di estrema difficoltà" ha detto mazzoni, chiarendo di esser in piena sintonia con il sindaco sospeso: "Tutti quelli che hanno votato Mallegni sapevano ciò che volevano".

A Mallegni, belusconiano di primo pelo e mai pentito, arrivano intanto gli attestati di sostegno ed incoraggiamento da parte di mezzo "stato maggiore" di Forza Italia. Mara Carfagna, portavoce del partito, con un tweet chiede che a Mallegni "sia applicato lo stesso trattamento di vincenzo De luca per la sospensione della legge Severino". "Il tribunale di Firenze sia veloce nel decidere sul caso" è l'appello di Altero Matteoli. E il coordinatore regionale Stefano Mugnai, per dare un segnale annuncia: "Chiederò a Massimo Mallegni di affiancarmi come vicecoordinatore vicario alla guida di Forza Italia in Toscana".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vettura sarebbe sbandata sulla strada bagnata prima di andare a impattare contro la struttura a bordo strada. Tre i feriti, tra cui la bambina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità