Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 08 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Via d'uscita dalla pandemia è vicina, il Recovery è un'opportunità per le donne»

Attualità domenica 06 dicembre 2020 ore 18:40

In Lucchesia frane, crolli e famiglie evacuate

Una frana in provincia di Lucca
Una frana in provincia di Lucca

Maltempo in Toscana, provincia di Lucca la più colpita, reggono gli altri territori. I danni in Garfagnana, Versilia e nel resto della provincia



LUCCA — Il maltempo che si è abbattuto e continua ad abbattersi nell'intera provincia di Lucca sta facendo molti danni. Una situazione da tenere sotto controllo, visto che la Protezione civile regionale ha esteso anche a domani l'allerta meteo.

Diversa invece la situazione in altre province: a Pisa la piena dell'Arno è attesa per domattina ma i livelli del corso d'acqua non destano preoccupazione. A Livorno il maltempo ieri è stato intenso "secondo solo a quello dell'alluvione del 2017", ha detto il sindaco Luca Salvetti, ma il sistema ha tenuto. Anche nel Fiorentino i fiumi si sono ingrossati, ma la situazione è sotto controllo.

La Provincia di Lucca ha tracciato un quadro in cui emergono frane, crolli e case evacuate in montagna e nel territorio versiliese. Se nella nottata gli argini del Serchio e degli altri corsi d'acqua hanno complessivamente retto la pressione, le forti piogge e il vento con raffiche fino a 100 chilometri orari hanno lasciato ferite aperte.

In tutta la Garfagnana e Media Valle del Serchio si sono registrate numerose frane sulle quali si sta tuttora intervenendo. In particolare, sulla Strada provinciale 71 ‘San Pellegrino in Alpe’, nel Comune di Pieve Fosciana, al chilometro 1+300 si è verificata una frana della scarpata lato valle che lambisce la carreggiata. Il materiale franoso è arrivato al tratto sottostante, per permettere i lavori e le verifiche, la strada è aperta a senso unico alternato.

A Castelnuovo di Garfagnana, nell’abitato in località ‘Ai Cerri’ si è innescata una frana sul versante nei pressi di un nucleo di abitazioni: il Comune ha disposto l’evacuazione a scopo precauzionale di 7 famiglie e sono previste ulteriori valutazioni da parte dell’amministrazione comunale.

A Bagni di Lucca, nell’abitato di Montefegatesi, un’abitazione privata è stata evacuata per il crollo di un muro di contenimento di un’abitazione adiacente, ed è stata trovata una sistemazione alternativa per il nucleo familiare evacuato.

Per quanto riguarda il Comune di Lucca, sono caduti alberi in località ‘Al Mulino’ nella frazione di Chiatri. Oltre agli alberi sulla carreggiata si è verificata anche una colata di fango e detriti per circa 50 centimetri di materiale su un tratto della strada. Questo ha comportato l’isolamento di alcune abitazioni con 15 persone residenti. Il Comune è intervenuto per risolvere il problema dell’isolamento in giornata.

Corsi d'acqua. Il fiume Serchio ha raggiunto a Borgo a Mozzano la portata di 450 mc/sec verso le 15 di sabato e questo ha determinato immediatamente l’attivazione del servizio di piena del Genio Civile Toscana Nord. Nel corso della giornata, il livello del fiume è andato progressivamente aumentando e questo ha determinato un’onda di piena, il cui picco si è verificato a Borgo a Mozzano attorno alle 20, raggiungendo i 930 mc/sec.

Il protrarsi delle piogge, inoltre, ha fatto sì che la piena del Serchio abbia avuto un cosiddetto ‘picco allungato’ sempre all’altezza di Borgo a Mozzano, dove il livello ha iniziato ad abbassarsi significativamente solo dopo la mezzanotte di ieri.

A Lucca (Monte San Quirico), il picco di piena si è verificato attorno alle 21:30 e il livello ha iniziato ad abbassarsi in maniera sostanziale dopo l’una di notte. Sempre presidiati, durane tutta l’emergenza le cateratte sugli affluenti, che, comunque, non hanno fatto rilevare problemi connesse al transito dell’onda di piena.

Versilia. A Massarosa, sulla Strada provinciale 34 Canipaletti, la circolazione è interrotta a causa di una frana lato monte che ha interessato la carreggiata. E’ in corso l’intervento di rimozione del materiale franoso, al quale farà seguito un’ulteriore valutazione del versante. Nonostante la chiusura, comunque, non sussistono problemi di isolamento, grazie a una viabilità alternativa. A Seravezza, nell’abitato in località ‘Pozzi’, una famiglia composta da due adulti e tre bambini è stata sistemata in albergo per infiltrazioni di acqua dalla copertura.

A Forte dei Marmi, in via di Vico, un’abitazione è stata allagata a causa di acqua che entra dalle tubature all’interno della casa per rigurgito del sistema fognario: i Vigili del fuoco hanno richiesto l’evacuazione della famiglia che, secondo le previsioni, starà 3-4 giorni in un albergo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità