Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:13 METEO:FIRENZE14°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Alitalia, scontri tra polizia e manifestanti all'aeroporto di Fiumicino

Cronaca giovedì 15 novembre 2018 ore 20:33

Magherini, la Cassazione assolve i carabinieri

I giudici hanno annullato la condanna in appello per omicidio colposo dei tre militari perchè "il fatto non costituisce reato"



ROMA — La sentenza è arrivata alla fine di una giornata lunghissima, quando i familiari di Riccardo Magherini confidavano che la dura requisitoria del pg sarebbe stata sufficiente a convincere i giudici. E invece no. La quarta sezione penale della Cassazione ha assolto i tre carabinieri accusati di omicidio colposo per la morte dell'ex calciatore quarantenne. 

Il procuratore generale aveva chiesto di confermare la condanna in appello dei militari, identica a quella del processo di primo grado: otto mesi di carcere per Vincenzo Corni, sette mesi per Stefano Castellano e Agostino della Porta. E invece i giudici della Suprema Corte hanno deciso per l'assoluzione "perchè il fatto non costituisce reato". Senza rinvio, quindi in via definitiva. Il caso é chiuso.

Magherini morì il 3 marzo 2014, a Firenze: quella sera aveva bevuto alcolici e aveva assunto stupefacenti e si sentì male mentre veniva tratto in arresto dai tre carabinieri che, dopo averlo bloccato mentre dava in escandescenze in mezzo alla strada, lo tennero per un quarto d'ora sdraiato a terra, ammanettato, con il torace nudo contro l'asfalto.

"I carabinieri non sapevano che Magherini avesse assunto cocaina ma erano ben consapevoli dell'alterazione psico-fisica - ha ricostruito il pg durante l'udienza - Se l'avessero liberato dalla posizione prona quando aveva dato i primi segnali di calma e manifestato affanno, avrebbe potuto essere soccorso, con elevata probabilità di salvarsi. Lo stavano arrestando e avevano l'obbligo di tutelarlo".

In aula erano presenti il padre e il fratello di Riccardo Magherini, Guido e Andrea, insieme ad altri familiari e a numerosi amici e conoscenti.

"Spero sia l'ultima udienza e che sia fatta giustizia per Riccardo e per suo figlio - aveva dichiarato Guido Magherini nel corso del dibattimento - Vogliamo che il suo nome sia rivalutato. Hanno fatto di tutto per farlo apparire come un delinquente".

Poche ore dopo i tre carabinieri sono stati assolti.

"Non so che dire - è stato il commento del padre di Riccardo - Mi é cascato il mondo addosso".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo, drammatico incidente sul lavoro in Toscana. Le fiamme sono divampate mentre l'uomo era solo. Strada chiusa per domare il rogo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità