Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE23°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La ministra francese dello sport francese si tuffa nella Senna per rassicurare tutti in vista delle Olimpiadi: «È pulito»
La ministra francese dello sport francese si tuffa nella Senna per rassicurare tutti in vista delle Olimpiadi: «È pulito»

Attualità sabato 01 settembre 2018 ore 16:23

Quattro sirene lanciano l'allarme alluvione

Cinquemila persone vivono nell'area interessata dalla simulazione di emergenza sul fiume Carrione esondato nel 2003 e nel 2014 seminando morte e danni



MASSA CARRARA — Il fiume Carrione è un tasto dolente per Carrara e la memoria dei danni che ha seminato nelle sue due ultime, violente, alluvioni è ancora tragicamente fresca. Per questo stamattina si è svolta un'esercitazione nel corso della quale le quattro sirene di allarme sistemate lungo il corso del fiume hanno suonato per segnalare una situazione di pericolo nel caso in cui essa si verifichi. Le sirene hanno suonato due volte, alle 11 e alle 11.30 per allertare un'area in cui vivono cinquemila persone. 

"È necessario - ha spiegato il Comune - procedere con periodiche prove sul corretto funzionamento dell'impianto al fine di assicurare il perfetto stato in caso di necessità, soprattutto in vista del periodo autunnale di solito considerato il più piovoso dell''anno". 

Guardando al recente passato, negli ultimi anni il Carrione è esondato il 23 settembre 2003 nel centro storico provocando un morto e gravi danni e poi il 5 novembre 2014 nella frazione di Agenda dove a causa di un argine crollato case e aziende subirono danni per oltre cento milioni e cinquecento persone furono costrette ad andarsene.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno