Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE22°34°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 28 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo2020, Federica Pellegrini: «Senza Matteo avrei smesso qualche anno fa»

Attualità venerdì 22 gennaio 2016 ore 15:05

"Nuovo cda Aamps, Livorno è commissariata"

Antonio Mazzeo (Pd): "Il nuovo presidente di Aamps arriva da Milano e la riunione per la nomina è stata presieduta da un avvocato di Genova"



LIVORNO — "Il nuovo presidente di Aamps arriva da Milano e la riunione per la sua nomina è stata presieduta da un avvocato di Genova. Se qualcuno aveva ancora il minimo dubbio sul “commissariamento” del sindaco Filippo Nogarin da parte di Grillo e Casaleggio questi due dati lo certificano senza ulteriori dubbi - ha dichiarato il vicesegretario del Partito Democratico e consigliere regionale Antonio Mazzeo - E’ dunque evidente che Livorno non è più governata da un sindaco ma, col suo benestare, è ormai ridotta solo e soltanto a una “proprietà privata” dei vertici del M5S in cui l’amministrazione si riconduce a un concetto assai semplice: o si è d’accordo con le decisioni dei capi o si è cacciati ed espulsi. Non è questo che si merita la città. Non è questo che si meritano i cittadini. Non è questo che si meritano i lavoratori di Aamps. Nogarin si deve dimettere".

"Al nuovo Cda di Aamps chiedo una cosa semplice - ha proseguito Mazzeo - Abbia la serietà, basandosi sulle competenze professionali dei suoi componenti, di riconoscere che la strada migliore per salvaguardare l'azienda e, soprattutto, i suoi lavoratori è procedere alla ricapitalizzazione già deliberata dal Comune e, conseguentemente, al conferimento all'interno di Reti Ambiente. La strada del concordato, quella che sostiene Nogarin e che vorrebbero Grillo e Casaleggio, avrebbe di contro come unica vera conseguenza il rischio concreto di svalutare tutti i crediti detenuti verso Aamps da moltissimi fornitori, mettendo in serio pericolo altre imprese e altri lavoratori. Questo, in sintesi, vorrebbe dire far morire Livorno e allontanarla da tutti i progetti di rilancio della costa".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La minore di 16 anni è finita al pronto soccorso. Dalla Polizia Municipale anche 5 verbali e 300 bottiglie sequestrate per vendita abusiva di alcol
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità