Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:45 METEO:FIRENZE16°22°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Ira in Grecia: lanciano fuochi d’artificio dal mega yacht e causano un incendio boschivo
Ira in Grecia: lanciano fuochi d’artificio dal mega yacht e causano un incendio boschivo

Cultura lunedì 29 marzo 2021 ore 11:30

Paolo Mieli presidente del premio Viareggio Rèpaci

Paolo Mieli - foto Wikipedia
Paolo Mieli - foto Wikipedia

Mieli è stato eletto all'unanimità dai commissari della giuria del premio e prende il posto, dopo 7 anni, di Simona Costa



VIAREGGIO — Il giornalista e scrittore Paolo Mieli, 72 anni, milanese, è il nuovo presidente del premio Viareggio-Rèpaci. Lo hanno eletto all'unanimità i commissari della giuria del premio e prende il posto di Simona Costa al termine del suo mandato settennale.

All’elezione di Mieli, convocata on line dal sindaco Giorgio Del Ghingaro tramite la segretaria letteraria Costanza Geddes da Filicaia, erano presenti tutti i giurati: Mariapia Ammirati, Marino Biondi, Luciano Canfora, Ennio Cavalli, Marcello Ciccuto, Franco Contorbia, Francesca Dini, Emma Giammattei, Sergio Givone, Giovanna Ioli, Giuseppe Leonelli, Mario Graziano Parri, Gabriele Pedullà, Annamaria Torroncelli, la presidente uscente Simona Costa. Presenti anche, ma senza diritto di voto, il sindaco Del Ghingaro e l’assessore alla Cultura Sandra Mei. 

"Benvenuto a Paolo Mieli da parte mia e di tutta la Città di Viareggio - dichiara il sindaco Giorgio Del Ghingaro - è un privilegio averlo come presidente e lo ringrazio per non aver esitato ad accettare. Un ringraziamento doveroso va anche alla presidente uscente Simona Costa e alla giuria per il lavoro svolto in questi sette anni: sono stati anni complicati ma, nonostante tutto, il Premio è riuscito a mantenere il proprio prestigio e, nell’ultimo periodo, anche a rivalutarsi. Adesso è il momento di guardare avanti con ambizione. Viareggio si è candidata a Capitale Italiana della Cultura: il Premio Rèpaci, il presidente, i commissari, ma soprattutto le opere selezionate, e tutto quanto ruota intorno alla serata finale tanto attesa, saranno parte imprescindibile di questa candidatura".

"I miei ringraziamenti al sindaco Del Ghingaro e alla giuria del Premio - ha commentato Mieli - è per me un onore accogliere questo incarico. Un grazie particolare anche a Simona Costa che mi ha preceduto, per il lavoro svolto, ma anche per le parole affettuose che ha avuto nei miei confronti. Adesso è il momento di mettersi al lavoro per arrivare alla selezione delle prime rose. Il tempo stringe e la prossima edizione del Premio Viareggio Rèpaci è tutta da immaginare".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno