Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 14° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 20 febbraio 2020

Attualità mercoledì 09 dicembre 2015 ore 14:57

Per l'agricoltura è l'anno della ripresa

Annata buona per vino, olio, ortofrutta e castagne. Stabile il tabacco, risultati variabili per provincia relativamente a pomodori e cereali



FIRENZE — L'agroalimentare regionale ha avuto, nei primi sei mesi del 2015, un fatturato dalle esportazioni di 171 milioni di euro (-0,6 per cento sul 2014), a fronte di importazioni per 246 mln (+2,1 per cento), mentre il fatturato della trasformazione e distribuzione di prodotti alimentari e bevande, cresce del 18,5 per cento (+17,7 per cento l'import). 

Il 2015 dell'agricoltura toscana è un'annata "di ripresa, almeno dal punto di vista produttivo". Lo ha affermato Luca Brunelli, presidente di Cia Toscana, commentando il Report 2015 "Annata Agraria in Toscana". "Complessivamente abbiamo avuto un'annata con il segno positivo sia in termini di qualità che per la quantità", spiega Brunelli.

L'annata è stata buona soprattutto per vino, olio, ortofrutta, castagne; stabile per il tabacco, con risultati variabili per provincia relativamente a pomodori da industria, cereali e allevamento dei bovini; negativa per vivaismo e allevamento degli ovini.

 "E' necessario sostenere il settore - dice ancora il presidente Cia - con politiche idonee e gli strumenti opportuni a disposizione, alleggerire il peso della burocrazia che resta uno dei principali problemi e favorire sempre di più la competitività dei prodotti toscani".



Tag

Giù le Vele di Scampia, ecco cosa resta del supermercato della droga più importante d'Europa

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità