Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:44 METEO:FIRENZE18°23°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Space X, rientrati i primi turisti spaziali: l'ammaraggio della capsula al largo della Florida

Attualità sabato 16 dicembre 2017 ore 15:25

Corsinovi confermato al vertice delle Misericordie

Alberto Corsinovi, presidente delle Misericordie della Toscana

Lo ha deciso l'assemblea che per la prima volte riunisce tutte le confraternite della Toscana dopo il rientro della Misericordia di Rifredi



PISA — La ritrovata unità delle Misericordie dopo il ritorno all'ovile della Misericordia di Rifredi che era uscita dalla Federazione servirà alla Toscana per candidarsi "a essere un punto di riferimento per tutto il movimento delle Misericordie, anche a livello nazionale e anche con altre realtà di volontariato cristiano che svolge le stesse nostre attività, per la costituzione di una rete nazionale, nella logica del nuovo Codice del terzo settore". Lo ha detto Alberto Corsinovi, appena rieletto presidente dall'assemblea che si è riunita a Pisa. 

Presenti l'arcivescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto, l'assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi, il consigliere regionale Andrea Pieroni e l'assessore comunale Andrea Serfogli, in rappresentanza del Comune. Nel corso della messa celebrata nella chiesi di San Ranieri, dodici nuovi volontari hanno ricevuto la veste storica delle Misericordie. Una cerimonia che a Pisa non si svolgeva da 45 anni. 

Nel suo discorso dopo la rielezione, Corsinovi ha fatto riferimento quindi anche alla nuova normativa che regola il mondo delle associazioni di volontariato. Su queste norme, ha detto, "occorre ci sia grande attenzione e che si possa incidere nella sua attuazione perché da un''opportunità non diventi un vincolo". 

"Viviamo un momento difficile, in cui il pubblico arretra mentre i bisogni crescono - ha aggiunto Corsinovi - le Misericordie sono presenti in ogni angolo di Toscana, nelle città, ma anche nei piccoli centri, dove spesso siamo rimasti l''unico presidio della comunità, a fronte di tagli pesanti dei servizi: dalle poste agli ambulatori, al trasporto pubblico e quindi sta a noi rispondere alle necessità delle nostre comunità, come facciamo da quasi 8 secoli".

Nel corso della giornata sono stati inaugurati e benedetti anche due nuovi mezzi a disposizione della Misericordia. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dell'imprenditore si erano perse le tracce a Gennaio, quando si trovava in Albania da qualche mese per affari. Indagini in corso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità