Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:35 METEO:FIRENZE23°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
I fan di Taylor Swift a San Siro: «È la narratrice delle nostre vite»
I fan di Taylor Swift a San Siro: «È la narratrice delle nostre vite»

Attualità venerdì 25 febbraio 2022 ore 16:30

Da Atenei toscani solidarietà a studenti ucraini

A Pisa incontro tra vertici della Scuola Normale e della Scuola Sant'Anna. Mozione del Consiglio di amministrazione dell’Università di Firenze



PISA — La Scuola Superiore Sant’Anna e la Scuola Normale Superiore di Pisa hanno condannato l’aggressione militare lanciata dalla Russia contro l’Ucraina attraverso una nota della rettrice Sabina Nuti e del direttore Luigi Ambrosio, per condividere i sentimenti delle due comunità accademiche, emersi durante l’incontro congiunto svoltosi poche ore dopo la notizia dell’aggressione. 

L'evento ha visto la partecipazione dei vertici delle due istituzioni, docenti, ricercatrici, ricercatori, allieve, allievi, personale tecnico amministrativo e, grazie alla rete, sono stati raggiunti oltre 300 utenti collegati.

Sabina Nuti e Luigi Ambrosio hanno commentato “Esprimiamo la massima solidarietà al popolo ucraino e sosteniamo in maniera incondizionata ogni tentativo di giungere a una cessazione delle ostilità, alla risoluzione pacifica delle controversie fra i due Stati e a una piena riconciliazione fra le parti. Chiediamo pertanto a quanti hanno responsabilità politiche e di governo di farsi parte attiva nella risoluzione della crisi. Riteniamo decisivo che i paesi dell'Unione Europea assumano posizioni unitarie nella condanna dell'aggressione e nell'adozione di sanzioni adeguate nei confronti del governo russo. Auspichiamo un coinvolgimento attivo dell’Organizzazione delle Nazioni Unite perché favorisca il ricorso al dialogo, alla diplomazia e alla cooperazione fra gli Stati”. “Rivolgiamo - hanno concluso - un pensiero alle vittime di questo conflitto e ai loro familiari ed esprimiamo vicinanza a quanti soffrono per questi atti di violenza insensati, consapevoli che la guerra, oltre a lacrime e devastazioni, porta soltanto alla sconfitta di tutte e tutti”.

Anche l’Università di Firenze ha manifestato la propria vicinanza alla popolazione e alle istituzioni ucraine. L’Università ha condiviso il comunicato della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane al cui interno è attiva la Rete Università per la Pace.

"Il violento attacco, colpendo quei territori, mina nel profondo i valori e i fondamenti dell'Europa e della nostra Costituzione, che afferma all’articolo 11 “L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”. Richiamandosi con forza a questi principi, l’Università di Firenze fa appello alla comunità internazionale perché dialogo e diplomazia possano agire per la risoluzione negoziale del conflitto ed esprime profonda solidarietà a docenti, studentesse e studenti dell’Ucraina per le conseguenze che questo gravissimo evento provoca sulla vita quotidiana dell’intera nazione. L’Ateneo, anche alla luce dell’art. 1, comma 3, del proprio Statuto, ribadisce l’impegno a favore “della cooperazione e interazione delle culture, quale fattore di progresso e strumento per contribuire all’affermazione della dignità di tutti gli uomini ed alla giusta e pacifica convivenza tra i popoli” e intende promuovere azioni di collaborazione e iniziative umanitarie a sostegno degli atenei e della comunità universitaria ucraina in questo momento di grave difficoltà".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno