Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il treno della Circumvesuviana investe un frigorifero sui binari

Attualità venerdì 24 febbraio 2023 ore 14:57

Donna vita libertà, toscane in piazza per le iraniane

La manifestazione
La manifestazione a Prato, sul palco a destra la capo di gabinetto della Regione Cristina Manetti

La manifestazione e le letture, tutto per esprimere solidarietà alle tante che in Iran protestano per veder riconosciuti i loro diritti



PRATO — Toscane in strada a Prato in solidarietà con le donne iraniane: si intitolava “Donna, vita, libertà, la Toscana delle donne scende in piazza” la manifestazione promossa dalla Regione che si è svolta stamani nella piazza del Comune di Prato allestita con i volti delle donne e bambine e di tutte le vittime della repressione per esprimere solidarietà a quante in Iran continuano a protestare per veder riconosciuti i loro diritti.

L'iniziativa è nata nell'ambito del ciclo "La Toscana delle donne" che nel Novembre scorso in un ciclo di incontri e momenti di confronto ha approfondito e scandagliato le tante realtà dell'universo femminile, a partire dall'ambito toscano e in un'apertura alla società globale.

Stamani invece hanno portato i saluti il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e la capo di gabinetto della stessa Regione Toscana, Cristina Manetti. Si sono poi susseguiti l'intervento di Asia Raoufi del comitato Donna, Vita, Libertà, la lettura di testi di Nilofar Dariugar e Rosaria Bux a cura dell’Angolo Teatro da parte di Matilde Mochi, e l'esecuzione di Barayeh da parte del trio del liceo musicale Isiss Cicognini Rodari di Prato. 

Ancora, si sono alternati interventi della Consulta provinciale degli studenti di Prato e de La Piazza degli Studenti e letture da “Volti” a cura de I Formaggini Guasti con testi di Asia Raoufi e di una lettura a cura di Biribà Aps Teatro di natura. Le conclusioni erano affidate a Ilaria Santi, assessore alle pari opportunità del Comune di Prato.

Intanto in Iran la protesta non si placa, innescata dopo l’uccisione della giovane Mahsa Amini arrestata dalla polizia morale iraniana con l'accusa di non avere indossato correttamente l'hijab. Simbolo della mobilitazione è divenuto il taglio di una ciocca di capelli.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno