Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE14°28°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 23 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ibrahimovic fa il discorso della vittoria e rovescia il tavolo urlando: «Italia è Milan!»

Attualità giovedì 27 gennaio 2022 ore 21:23

Quattro dosi di vaccino ma niente green pass

E' successo a una ragazza russa arrivata in Toscana a Maggio. Già vaccinata con il siero Sputnik, ha ricevuto anche 2 dosi di Moderna alle Scotte



SIENA — E' probabilmente una delle persone più vaccinate contro il Covid in circolazione in Italia ma ancora non ha ricevuto il green pass. E per lei vivere una vita normale, via via che le restrizioni per i no-vax aumentano, è diventato sempre più difficile.

La protagonista di questa assurda vicenda è una giovane russa arrivata a Siena nel Maggio scorso per motivi di studio e che svolge anche attività di volontariato nella Casa della pace, dove insegna la sua lingua madre. 

Già vaccinata contro il Covid con due dosi del vaccino Sputnik, la ragazza in Toscana ha dovuto ripetere il ciclo vaccinale completo perchè questo siero non è riconosciuto nè dall'Ema nè dall'Aifa. E così si è fatta somministrare anche due dosi di Moderna presso l'ospedale delle Scotte, la prima il 24 Novembre 2021 e la seconda un mese dopo. Tuttavia non ha mai ricevuto il green pass. Alla fine, la giovane ha chiesto aiuto all'associazione Casa della Pace.

"E' ormai il secondo mese che cerco di sopravvivere senza la certificazione verde rinunciando completamente alla mia vita sociale, dicendo sempre no ai miei amici quando mi invitano a cena Non posso più nemmeno prendere un caffè al bancone di un bar - ha scritto la donna in una mail - Sono una volontaria e voglio fare una vita normale: voglio studiare, lavorare, vedere persone".

La donna, su consiglio della Casa della Pace, ha quindi presentato una denuncia ai Carabinieri ma senza ottenere il sospirato green pass. "Possiamo capire che fra milioni di vaccini possa esserci un errore - ha commentato la Casa della pace - ma che non ci sia un ufficio deputato a correggere gli errori non lo capiamo".

Quando la notizia è salita alla ribalta della cronaca, l'Azienda sanitaria Toscana Sud Est si è attivata, scoprendo qual era l'intoppo.

"Dopo la vaccinazione si è verificato un problema informatico di registrazione del luogo di residenza che ha di fatto bloccato l'emissione del green pass - si legge in una nota della Asl - La posizione è stata adesso aggiornata e non ci sono più ostacoli all'emissione del documento da parte del Ministero della salute, nei tempi previsti per l'elaborazione della domanda". Questi "tempi", solitamente, variano da poche ore a due giorni. Speriamo che questa sia la volta buona. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A dare l'allarme è stato un signore che, di prima mattina, era a passeggio col cane sulla spiaggia. Sul posto 118, Guardia costiera e polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità