comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:34 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 novembre 2020
corriere tv
La lezione di Burioni sull'immunità di gregge: «Vaccinarsi è un gesto di responsabilità civile, la libertà è un'altra cosa»

Politica martedì 05 maggio 2015 ore 15:55

Udc "Il nostro candidato governatore è Lamioni"

Dura presa di posizione dei vertici toscani e nazionali del partito contro gli ex: "Basta con le falsificazioni". La replica: "Polemiche sterili"



FIRENZE — Giovanni Lamioni, imprenditore e presidente della Camera di Commercio di Grosseto, è candidato alla presidenza della Regione con il sostegno della lista Passione per la Toscana-Area Popolare, messa a punto da Udc e Ncd.

L'intervento di oggi dell'Udc punta a fare chiarezza fra la posizione ufficiale del partito alle prossime regionali del 31 Maggio e la decisione dell'ex consigliere regionale dell'Udc Marco Carraresi e di altri ex dirigenti Udc di candidarsi nella lista Popolo Toscano che invece sostiene, con il Pd, il governatore uscente Enrico Rossi per un secondo mandato.

"Lamioni è una personalità autorevole, espressione del mondo dell'impresa, già presidente della Camera di Commercio di Grosseto e vicepresidente nazionale di Unioncamere, in grado di riunire attorno a sé il progetto di Area Popolare e importanti esperienze civiche - hanno dichiarato in una nota congiunta il segretario nazionale dell’Udc Lorenzo Cesa e quello del partito regionale Lorenzo Zirri - L'Udc, con i suoi valori e il suo simbolo, il cui unico delegato all’utilizzo è il segretario regionale, lavorerà con grande determinazione e convinzione a sostegno di Lamioni. Chi sceglie altre strade lo fa a titolo del tutto personale”.

"E’ comprensibile il forte imbarazzo del consigliere Marco Carraresi nell’appoggiare la rielezione di Rossi dopo che, nel 2010, venne eletto nella lista dell'Udc in alternativa allo stesso Rossi - rincara la dose in un'altra nota l'Udc Toscana - Tuttavia questa scelta di trasformismo non può essere usata, né da lui né da alcuni altri dirigenti ex Udc, per confondere le idee all’elettorato cercando di rappresentare una falsa realtà nel tentativo disperato di apparire coerenti con il proprio passato".

"Gli opportunismi, quasi sempre ispirati al raggiungimento dei propri interessi personali, debbono almeno, per decenza, rispettare le più elementari norme di correttezza e rispetto della verità - prosegue la nota dell'Udc Toscana -  Auspichiamo pertanto che cessino questi squallidi stratagemmi che danneggiano una campagna elettorale  che vorremmo seria, così come non giovano alla stessa credibilità del candidato presidente Enrico Rossi".

Immediata la replica di Marco Carraresi che ha dichiarato all'Ansa di "voler lasciare ad altri le polemiche sterili e inutili". "Saranno comunque i risultati elettorali a dimostrare chi davvero rappresenta ancora le istanze dei cattolici democratici in Toscana e chi viceversa ormai da tempo rappresenta solo se stesso e i propri interessi - ha aggiunto Carraresi -  La realtà è comunque già adesso sotto gli occhi di tutti. Basta scorrere le liste elettorali per rendersi conto che mentre nelle liste de il Popolo toscano ci sono numerosi responsabili provinciali dell'Udc, altrove nessuno ha avuto il coraggio di metterci la faccia e di condividere un progetto, quello della lista Lamioni, che a nostro giudizio è miope e destinato all'insuccesso".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità