Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 25 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No Green Pass, le manifestazioni in tutta Italia: le immagini da Roma, Milano, Napoli e Torino

Politica martedì 14 febbraio 2017 ore 17:35

"Renzi? E' un bischero, non ne infilza più una"

foto Ungiornodapercora.rai.it

Lo ha dichiarato il governatore Enrico Rossi alla trasmissione d Radio 1 'Un giorno da pecora'. E sul congresso stoccata a Enrico Mentana



ROMA — Il giorno dopo la direzione del Pd durante la quale il segretario Matteo Renzi ha lanciato il congresso-lampo del partito da convocare prima delle elezioni politiche (data e modalità saranno decise dall'assemblea dem programmata per sabato prossimo), il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il primo a candidarsi alla segreteria Pd contro Renzi, ha scherzato sull'ex premier con i conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari della trasmissione di Radio 1 Un giorno da pecora

Alla domanda su quale sia l'epiteto del vernacolo toscano che meglio si adatta a Matteo Renzi, Rossi ha rispostto: "Renzi? Lui è notevolmente bischero, da un po' di tempo non ne infilza più una. E poi rilancia. Il bischero ha questa caratteristica: rilancia. Il grullo è un po' grullo però può rimediare. Il bischero è condannato". 

Secondo Rossi, la minoranza del Pd potrebbe non arrivare neppure al congresso se il segretario Renzi deciderà di farlo in tempi troppo rapidi, senza un'adeguata discussione sugli errori commessi e sui contenuti. "Una parte di scissione c'è già stata, tanti elettori di sinistra hanno abbandonato Renzi - ha detto il governatore - Se Renzi propone un congresso molto rapido vuole fare solo la conta nel partito e quella non è una vera discussione". "Renzi vuole accentuare ulteriormente il carattere renziano del Pd, portando il partito ancora più a destra - ha sottolineato Rossi - Mi sembra che lui si ispiri al francese Macron. Se questa è la strada, sarà Matteo che esce dal Pd perchè oggettivamente ne snatura le ragioni".

Rossi ha commentato anche alcune dichiarazioni del direttore del Tg de La 7 Enrico Mentana, secondo il quale Rossi potrebbe ritirare la propria candidatura a segretario prima del congresso Pd.

"Farò di tutto perchè Mentana si smentisca, come ha fatto altre volte, ad esempio nel giudizio su Renzi che all'inizio era piuttosto spinto - ha detto Rossi - La percentuale di probabilità che mantenga la mia candidatura è altissima, penso che si debba presentare una proposta agli elettori e agli iscritti ancorata al socialismo. Il Pd è un partito che ha smarrito la sua anima e che deve ritrovare un riferimento forte a sinistra e credo che questo sia il socialismo. Negli Usa il dibattito a sinistra c'è stato con Sanders, c'è nel Regno Unito, persino in Spagna". 

"Anche Mentana si metterà l'animo in pace e mi vedrà al congresso" ha aggiunto il governatore. Poi, rivolgendosi direttamente a Mentana: "Le chiedo di darmi lo spazio che ha dato ad altri candidati. Sarebbe giusto".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La ragazzina è deceduta all'ospedale per le gravi ferite riportate. Il tragico incidente è avvenuto in una corte privata. Indagini in corso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS