Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE16°23°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei Atletica, Italia oro nella 4x100 maschile: la gara

Attualità mercoledì 24 maggio 2023 ore 16:30

Maltempo, Musumeci "Toscana verso emergenza nazionale", Giani "giusta attenzione"

Da sinistra il ministro Nello Musumeci e il presidente Eugenio Giani
Da sinistra il ministro Nello Musumeci e il presidente Eugenio Giani

Nell'informativa alle camere sugli eventi meteo che hanno colpito Emilia-Romagna, Toscana e Marche, il ministro ha reso noto che la procedura è aperta



ROMA — Sono aperte, su richiesta delle Regioni, le procedure e le attività tecniche volte a valutare la situazione di impatto degli eventi meteo estremi dei giorni scorsi così da deliberare lo stato di emergenza anche per la Toscana e per le Marche: lo ha annunciato il ministro per la protezione civile Nello Musumeci che oggi ha reso alle camere un'informativa sulle devastazioni provocate dal maltempo in Emilia-Romagna, ma anche sui danni in Toscana e nelle Marche.

Non si è fatta attendere la reazione del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani: “Le parole del ministro - fa sapere - sono coerenti ai colloqui che sono intercorsi col ministero e rappresentano la giusta attenzione verso aree che hanno subito pesanti conseguenze per le forti precipitazioni della settimana scorsa”.

“In Toscana - ha ricordato Giani - i comuni coinvolti sono queli che stanno nello spartiacque appenninico, Firenzuola, Palazzuolo sul Senio, Marradi e San Godenzo. In queste zone l’acqua caduta è la stessa che ha determinato i gravissimi danni in Romagna, e i fiumi sono quelli che, più a valle, hanno prodotto ingenti danni, basti pensare al Lamone, a Marradi, al Santerno a Firenzuola o al Senio a Palazzuolo". 

Ed ha aggiunto: "Anche qui sono crollati ponti, sono cambiati i corsi dei fiumi: per fortuna i lavori fatti da Regione, Comuni, Consorzi di bonifica, hanno evitato il pericolo di esondazioni. In questi territori abbiamo inoltre potuto riscontrare un carico di quasi 200 frane”.

“La dichiarazione di emergenza nazionale - ha concluso il presidente Giani - è importante perché ci consentirebbe di lavorare al ripristino con risorse che non possono avere a disposizione Regione ed enti locali. Ho trovato nel ministro disponibilità e comprensione. Mi auguro che il prossimo Consiglio dei ministri possa allargare ai quattro Comuni toscani, come a quelli marchigiani coinvolti, lo stesso trattamento che lo stato di emergenza nazionale consente per l’Emilia-Romagna”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno