Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:25 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità martedì 12 maggio 2020 ore 18:35

Tre anticorpi sintetici per il farmaco anti-Covid

Li ha individuati un gruppo di ricerca guidato da due genetisti italiani e bloccano la proteina Spike: "Candidati fortissimi per diventare farmaci"



ROMA — Un gruppo di ricerca guidato dai genetisti Giuseppe Novelli dell'Università di Tor Varegata di Roma e Pier Paolo Pandolfi del Beth Israel Deaconess Medical Center dell'Università di Harvard hanno individuato tre anticorpi monoclonali sintetici che riescono a bloccare la proteina Spike del coronavirus SarsCov2, quella che permette al virus di aggredire le cellule umane. Alla ricerca partecipano anche studiosi canadesi e indiani.

I tre anticorpi sintetici sono stati individuati attraverso una banca dati di anticorpi ricombinanti con sede a Toronto, in Canada, e denominata Trac.

I genetisti hanno selezionato le molecole più promettenti per la cura del Covid-19 dopo averne esaminate milioni. E alla fine ne hanno scelte tre dalle altissime potenzialità applicative.

"Queste tre sono candidati fortissimi per diventare farmaci - ha spiegato Giuseppe Novelli - Sono tre anticorpi neutralizzanti, si legano alla proteina Spike e ne modificano la struttura".

L'obiettivo adesso è quello di avviare i test clinici, ovvero la sperimentazione sull'uomo. 

"Auspichiamo che i test clinici possano essere condotti nell'Università di Tor Vergata e in collaborazione con l'Istituto Spallanzani - ha detto Novelli - Stiamo inoltre cercando di sensibilizzare istituzioni pubbliche, fondazione e privati che volessero sostenerci nella sperimentazione. Se tutto va bene, i test potrebbero partire fra Giugno e Luglio. Gli anticorpi monoclonali non sono in competizione con il vaccino. Potrebbero essere i primi farmaci intelligenti contro il virus e sarebbe importante averli in vista di ottobre e dell'arrivo della stagione fredda".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il commissario per l'emergenza Covid Figliuolo: "Sarà un'apertura graduale visto il buon andamento della campagna vaccinale contro il Covid-19"
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità