Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:FIRENZE13°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 21 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Kabul, una troupe di giornalisti viene aggredita durante una protesta per i diritti delle donne

Attualità domenica 03 gennaio 2021 ore 14:00

Il Governo verso una nuova stretta anti-Covid

Incontro del premier Conte con i capidelegazione della maggioranza: al centro le misure previste dal 7 Gennaio, le zone rosse e il rientro a scuola



ROMA — Con l'epidemia sempre in corso, anche se l'Italia si è ritrovata nelle feste natalizie tra il rosso e l'arancione con una corsa ad ostacoli tra cosa era concesso e cosa no, adesso il governo si trova davanti la data del 7 Gennaio con la scadenza dell'ultimo decreto emanato per le festività. Questa mattina è stata programmata una riunione tra il premier Giuseppe Conte e i capidelegazione di maggioranza per un confronto sulle nuove eventuali misure più restrittive da adottare dal 7 Gennaio tra zone rosse e rientro a scuola. 

Probabilmente verrà adottato un provvedimento ponte tra il 7 e il 15 Gennaio, ovvero tra la data di scadenza del decreto natalizio e quella dell'ultimo Dpcm. Nel provvedimento potrebbero esserci le misure a livello nazionale, aldilà del sistema delle fasce. Domani il ministro Roberto Speranza incontrerà il Cts.

Di certo c'è che l'Italia tornerà divisa tra zone gialle, arancioni e rosse a seconda dei diversi indici di contagio ma si profilano altre ipotesi come la stretta nei weekend con un'Italia tutta in zona rossa o misure per gli spostamenti nelle regioni a rischio più basso, quelle gialle.

Un confronto che va in scena dopo che negli ultimi giorni è stato evidenziato un incremento del tasso di positività, con gli 11.831 casi di Covid registrati ieri su 67.174 tamponi eseguiti e l'indice di positività è salito al 17,6%.

Sul tavolo anche il tema della scuola con la riapertura del 7 Gennaio data sotto i riflettori per la ripresa parziale dell'attività in presenza nelle scuole superiori, con un conseguente aumento delle presenze sui mezzi di trasporto.

Allo scadere del decreto di Natale il 6 Gennaio potrebbero finire nuovamente in zona rossa o arancione Veneto, Liguria e Calabria, che secondo l'ultimo report Iss hanno superato il valore 1 di Rt. Molto vicine a quella soglia ci sono anche Puglia, Basilicata e Lombardia.

Le Regioni secondo l'ultimo decreto dovrebbero tornare alla fascia di colore assegnata prima  delle restrizioni natalizie, cioè tutte gialle, ma  sarà il governo a decidere, la prossima settimana, a seguito del nuovo report dell'Istituto Superiore di Sanità.

Tra le altre cose potrebbero cambiare anche i parametri di valutazione come richiesto da parte delle Regioni. Tra questi un diverso metodo di calcolo dei tamponi antigenici e molecolari effettuati, che potrebbe poi influire sul tasso di positività. Ad essere rivalutate potrebbero essere anche la definizione dei 'casi' e le strategie di esecuzione dei test.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vettura ha travolto il conducente che l'aveva appena parcheggiata su una rampa condominiale. Il mezzo è di proprietà della figlia della vittima
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità