Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:36 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 08 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Blanco distrugge i fiori di Sanremo e il pubblico fischia

Attualità mercoledì 10 dicembre 2014 ore 15:30

Rossi su Mafia Capitale evoca Berlinguer

Il presidente della Regione: "Bene la dura presa di posizione di Renzi. Ma per quel che mi riguarda avrei mantenuto il finanziamento pubblico"



FIRENZE — "Il punto fondamentale è dare il segnale che non si scherza, che non si può ricorrere a patteggiamenti, per poi magari ricominciare un'altra volta. Chi ruba in politica deve essere punito tre volte di più, non ci devono essere prescrizioni, e poi si deve incidere sul patrimonio perché è un reato gravissimo da parte di chi è rappresentante pubblico intascarsi ciò che tutti i cittadini danno allo Stato attraverso le tasse". 

Il presidente della Regione Enrico Rossi, all'indomani dello scandalo che ha travolto Roma, sposa la linea del segretario del Pd Matteo Renzi, parlando di "provvedimenti molto importanti che rispondono anche ad un bisogno di giustizia che c'è fra la gente".

In questo senso Rossi ha evocato la figura di Enrico Berlinguer perché, ha spiegato, "quello che diceva sulla questione morale credo che sia ancora di estrema attualità e forse noi del Pd faremmo bene a riprenderlo, a rileggercelo, per capire anche qualche orientamento di fondo su come comportarsi in questo periodo molto travagliato".

Su un punto, invece, il governatore ha dimostrato di non condividere appieno la linea del segretario e presidente del consiglio. Quello relativamente alla cena di finanziamento del partito a cui avrebbero partecipato anche rappresentanti della cooperativa '29 giugno', coinvolta nell'inchiesta Mafia Capitale. "E' bene rendere pubblici i nomi di chi finanzia le cene" ha spiegato per poi spingersi anche oltre: "Io ero favorevole al finanziamento pubblico - ha spiegato - perché a tutti deve essere data la possibilità di fare politica. E ovviamente mi hanno massacrato per questo". I politici, prosegue, "dovrebbero stare molto attenti a chiedere i finanziamenti ai privati, è un tema molto scivoloso anche se siamo obbligati a farlo. Ci vuole una discreta statura morale, una certa rigidità. Mi auguro che questo diventi argomento di discussione fra un po', non ora, nel partito e si riconsiderino un po' queste cose. Forse siamo stati un po' frettolosi a togliere il finanziamento pubblico".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Enrico Rossi - presidente regione Toscana - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno