Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°23° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 21 agosto 2019

Politica giovedì 28 maggio 2015 ore 15:17

"Siamo l'alternativa a Renzi e Salvini"

Servizio di Tommaso Tafi

Il ministro Alfano, arrivato a Firenze per sostenere Lamioni alle elezioni regionali, ha sparato a zero sulla Lega: "Al ballottaggio ci andremo noi"



FIRENZE — "Questo è un governo che fa le cose tipiche del centrodestra". Sono queste le parole con cui il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha dato inizio alla sua visita all'interno della scuola paritaria Graziano Grazzini, alle porte di Firenze. Accompagnato dal sottosegretario all'Istruzione e plenipotenziario di Ncd in Toscana, Gabriele Toccafondi, Alfano ha elencato una serie di provvedimenti a sostegno della sua tesi: dalla cancellazione dell'articolo 18, all'abbattimento dell'Irap per le imprese alla detrazioni fino a 400 euro per le famiglie che vogliono mandare i loro ragazzi alle paritarie appunto.

Ma il principale obiettivo di Alfano in questa visita fiorentina a 4 giorni dal voto è stata la politica della Lega e del suo leader: "Oggi Salvini - ha sottolineato Alfano - compie 2.986 giorni da parlamentare europeo. Ma a Strasburgo che cosa ha combinato?. Lui propone in Italia le ricette che non ha mai saputo applicare in Europa".

Poi una stoccata a Forza Italia. "Queste elezioni dimostreranno la consistenza reale di Forza Italia - ha detto il ministro dell'Interno -. Una volta gareggiava per alzare la coppa, ora gioca la finale del 3°-4° posto con Salvini e rischia di scendere dal podio".

Da qui la ricetta di Ncd per il prossimo futuro: portare a compimento le riforme istituzionali, compresa la trasformazione del Senato, far certificare il tutto dal voto popolare attraverso il referendum e poi creare un polo alternativo al Partito Democratico di Matteo Renzi.

"E' chiaro - ha detto Alfano - che i moderati non possono essere riuniti attorno ad una bandiera estremista, come Salvini".

E questo discorso vale anche per la Toscana, nonostante alla domanda sull'opportunità o meno di sostenere il candidato leghista Borghi in un ipotetico ballottaggio, Alfano ha risposto: "Noi siamo convinti che al ballottaggio ci arriverà Lamioni e chiederemo il sostegno a tutti quelli che non vogliono sempre mangiare la stessa minestra".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità