Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:47 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 07 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Turchia, il terremoto apre delle voragini in strada: auto inghiottite

Cronaca giovedì 16 febbraio 2017 ore 12:30

Morte di Rossi, la Procura chiede l'archiviazione

David Rossi

I pm ritengono "ragionevole l'ipotesi del suicidio" per l'ex capo della comunicazione di Mps e "altamente improbabile" quella dell'omicidio



SIENA — David Rossi precipitò dalla finestra del suo ufficio del Monte dei Paschi la sera del 6 marzo 2013 nel pieno della bufera giudiziaria che aveva investito i vertici della banca senese a partire dall'ex presidente Giuseppe Mussari e dall'ex dg Antonio Vigni.

Dopo una prima archiviazione dell'inchiesta aperta sul decesso, su insistenza della famiglia di Rossi la procura riaprì le indagini, disponendo anche la riesumazione del corpo dell'uomo e una nuova autopsia. 

"E' stata avviata un'ampia e meticolosa attività di accertamento e di investigazione di natura tecnica - ha spiegato la procura in una nota - ma non è possibile acquisire ciò che non c'è e che certamente sarebbe stato interesse di tutti riscontrare".

Il procuratore ha però deciso di stralciare dall'archiviazione l'ipotesi di omissione di soccorso a carico di ignoti: nelle riprese effettuate la notte della tragedia da una delle telecamere di sorveglianza dell'istituto si nota l'ombra di qualcuno fermo a pochi metri di distanza da David Rossi, sdraiato sul selciato e ancora agonizzante. Una persone sconosciuta che però non intervenne in suo aiuto.

"Sulla base delle immagini è necessario approfondire gli accadimenti immediatamente successivi alla caduta di Rossi - precisa la procura - Se fosse stato soccorso subito, forse sarebbe stato evitato il decesso".

I familiari di David Rossi, convinti invece che il loro congiunto non si sia gettato dalla finestra volontariamente ma sia stato prima colpito alla testa e poi lanciato nel vuoto, hanno annunciato che si opporranno alla richiesta di archiviazione davanti al giudice per le indagini preliminari,

"Sarànostra premura rendere di dominio pubblico le nostre valutazioni e gli elementi probaotir acquisiti fino ad oggi - hanno dichiarato gli avvocati Luca Goracci e Paolo Pirani - Questi elementi saranno al centro della nostra istanza di opposizione che riteniamo motivata e suffragata da dati incontestabili"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Originaria di Milano, in Toscana aveva svolto gran parte della sua carriera. Giallo sulla sua morte, gli investigatori non escludono alcuna ipotesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca