Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE22°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ricordo del Barcelona Guayaquil per Justin Cornejo: «Ora la nostra famiglia è incompleta»
Il ricordo del Barcelona Guayaquil per Justin Cornejo: «Ora la nostra famiglia è incompleta»

Attualità mercoledì 12 gennaio 2022 ore 18:52

Stangata bollette e per gli impianti sportivi si apre il baratro

Alto rischio chiusura per migliaia di strutture per l'aumento esorbitante delle tariffe di luce e gas. Sindaci e governatori chiedono aiuto al governo



ITALIA — Il caro-energia non mette a rischio solo il proseguimento dell'attività delle fabbriche. Anche migliaia di impianti sportivi, spesso di proprietà dei Comuni ma in concessione a gestori privati, potrebbero chiudere i battenti di fronte a bollette dell'elettricità e del gas più che raddoppiate e a costi di gestione ormai insostenibili.

A lanciare l'allarme sono stati i sindaci di Torino, Roma, Milano, Firenze, Bologna, Bari, Napoli e Palermo durante un incontro con la sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali.

"Gli impianti sportivi e in particolare le piscine - ha spiegato l'assessore del Comune di Torino Mimmo Carretta - sono state fra le prime attività a subire drastiche restrizioni e lunghe chiusure forzate a causa dell'emergenza Covid e ora, con l'aumento esponenziale del costo delle utenze, la situazione potrebbe assumere aspetti drammatici per i gestori e per le amministrazioni comunale". "L'intero settore è fondamentale e strategico per lo sport, per il mantenimento di corretti stili di vita, per la prevenzione delle patologie e per la riabilitazione" ha sottolineato Carretta.

Come misure di sostegno ai gestori, i sindaci hanno proposto al Governo di deliberare un'estensione delle concessioni degli impianti e l'ampliamento del superbonus del 110%, attualmente previsto solo per lavori che riguardano gli spogliatoi, a tutto l'impianto sportivo. Ma è chiaro che, senza aiuti o interventi diretti sul costo dell'energia, il problema sarà trovare gestori ancora disposti a tener aperti gli impianti.

La Conferenza delle Regioni ha invece chiesto al governo Draghi un pacchetto fiscale specifico dedicato alle società e alle associazioni sportive, "per il sostegno delle spese sostenute fino a d oggi e per favorire lo sviluppo e la riqualificazione delle strutture all'aperto e al chiuso esistenti". L'obiettivo è garantire in piena sicurezza la ripresa delle attività sportive di tutte le discipline. Ma anche in questo caso, senza aiuti di rilievo e misure di contenimento delle tariffe di elettricità e gas, il problema principale sarà scongiurare la chiusura in blocco degli impianti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'orrore si è consumato nella notte: lui l'ha avvicinata con gentilezza, poi l'ha afferrata per il collo e minacciata costringendola ad appartarsi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca