Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:15 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Autobomba a Mosca: in un video si vede un uomo che piazza l'ordigno sotto l'auto, poi l'esplosione
Autobomba a Mosca: in un video si vede un uomo che piazza l'ordigno sotto l'auto, poi l'esplosione

Cronaca sabato 28 maggio 2016 ore 11:19

Teatro in lutto, è morto Giorgio Albertazzi

L'attore aveva 92 anni, è deceduto nella tenuta di famiglia in Maremma. E' stato attore e regista anche in tv. Il messaggio di cordoglio di Mattarella



GROSSETO — Si è spento nella notte una delle figure più importanti del teatro italiano. Giorgio Albertazzi aveva 92 anni. Era nato a Fiesole nel 1923 e aveva debuttato in teatro nel 1949 con Troilo e Cressida di Shakespeare sotto la regia di Luchino Visconti. Poi il cinema, e infine la tv dove nel 1954 recitò in Delitto e Castigo, sceneggiato della Rai. L'ultima apparizione sul palcoscenico ne "Il mercante di Venezia". In tv aveva partecipato anche a "Ballando con le Stelle".

Da tempo era sofferente e il suo cuore ha smesso di battere alle 9. Lo rende noto la stessa famiglia annunciando la scomparsa del grande attore italiano. Vicina fino all'ultimo istante "con amore - si legge ancora nella nota diffusa dalla famiglia - la moglie Pia Tolomei di Lippa sposata davanti a Valter Veltroni nel 2007 nella chiesetta sconsacrata di Caracalla quando lui aveva 84 anni e lei 48".

Grande attore teatrale, attivo per decenni sulle scene, Giorgio Albertazzi è stato anche uno dei primi divi televisivi, tra letture poetiche e sceneggiati. L'attore toscano negli settanta passò alla regia televisiva e al cinema.

Lo ha ricordato il Presidente della Repubblica Sergio Matterella attraverso un comunicato stampa diramato dal Quirinale: "Con Giorgio Albertazzi scompare uno dei massimi interpreti del teatro e del cinema italiano contemporaneo. Attore versatile e innovativo, ha saputo unire nella sua lunga carriera tradizione e modernità. Le sue interpretazioni dei grandi classici restano una pietra miliare nella storia dello spettacolo. Albertazzi, che ha dedicato al teatro l''intera esistenza, è stato punto di riferimento e maestro per generazioni di attori e registi".

Anche il premier Matteo Renzi ha ricordato il grande attore: "E' mancato un grande italiano, che ha fatto la storia del teatro e parzialmente del cinema, Giorgio Albertazzi. Vorrei che arrivasse un messaggio di affetto a questo artista che è stato contemporaneamente classico e controcorrente". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno