Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:40 METEO:FIRENZE11°13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 10 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il figlio di Perisic consola Neymar in lacrime, la stretta di mano poi il commovente abbraccio

Attualità venerdì 07 ottobre 2022 ore 17:02

Quella strana telefonata e due anziani si trovano la luce tagliata

anziana al telefono

Una chiamata poco chiara e si sono ritrovati l'energia depotenziata ignorando quale sia il loro gestore. Questo li ha lasciati anche senz'acqua



TERRANUOVA BRACCIOLINI — Una telefonata poco chiara a cui forse hanno dato troppo spago, poi dal 29 Settembre d'improvviso il taglio alla potenza dell'utenza elettrica con conseguenti rubinetti a secco visto che l'energia disponibile adesso non è sufficiente ad alimentare il pozzo: è successo a due anziani valdarnesi, fratello e sorella di Terranuova Bracciolini, entrambi con problemi di salute.

Al danno la beffa, perché loro non hanno idea né di cosa sia realmente accaduto, né di come, né di quando, né di chi sia il loro gestore attuale. Il caso è stato denunciato da Federconsumatori, che lo ha già sottoposto alle autorità e agli enti competenti.

I due anziani le bollette le avevano pagate tutte, non c'era alcun problema sotto questo punto di vista. E ora ignorano il nome del loro gestore perché non hanno ricevuto altre fatture, né solleciti per il pagamento dell'energia elettrica. In capo a chi è finita la loro utenza? L'associazione dei consumatori ha interessato della vicenda anche la prefettura di Arezzo: "Con una situazione energetica nazionale gravissima, non è ammissibile che i cittadini siano in balia di operatori spregiudicati”.

Mai dire "sì"

"Pronto è il signor Rossi?", chiede la voce al telefono. "Sì", risponde l'utente in buona fede. E il contratto è servito, confezionato senza alcun reale consenso a nome dell'utente ignaro. E' la cosiddetta 'truffa del sì', per l'appunto, e consiste nel registrare solo questa parola di assenso estrapolandola dal contesto in cui è stata pronunciata per montarla in una falsa conversazione di falso consenso.

Con la crisi energetica e le bollette alle stelle si moltiplicano i casi di telefonate in cui vengono proposti risparmi miracolosi, ma a volte non è neppure necessario avanzare la proposta commerciale: una volta ottenuta la parola "sì" la truffa può essere messa a segno. 

Che sia capitato questo agli anziani valdarnesi che ora si trovano senza luce, senza acqua e con gestore ignoto? Può darsi. Se non si conosce chi sta telefonando e non si attendono chiamate, meglio chiudere la conversazione senza proferire verbo. Mai più e mai poi, eventualmente, fornire nessuno dei propri dati personali o estremi di forniture, Iban nemmeno a pensarci.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno