Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE19°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci

Cronaca giovedì 02 maggio 2024 ore 08:46

Ricambi auto contraffatti, 500mila pezzi sequestrati

guardia di finanza

L'inchiesta partita dal Piemonte sui falsi delle principali case automobilistiche ha raggiunto la Toscana. Perquisizioni e 20 indagati



TORINO — Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Citroen, Opel, Peugeot, Dacia, Skoda, Ford, Volkswagen, Toyota, Nissan, Renault, Seat, Iveco e Chevrolet: nessuna delle principali case automobilistiche sfuggiva al giro di contraffazione che ha portato la guardia di finanza a porre sotto sequestro circa 500mila parti di ricambio per auto con marchi contraffatti, macchinari e stampi per un valore commerciale di circa 8 milioni di euro.

Sono 20 gli indagati nell'inchiesta avviata dalla guardia di finanza di Torino e che ha raggiunto la Toscana dove stamani sono scattate le perquisizioni, così come in Piemonte, Campania, Calabria, Puglia, Basilicata e Lombardia.

Le indagini sono state inizialmente condotte attraverso approfondimenti alle banche dati, appostamenti e osservazione. Così è stata ricostruita l’intera filiera produttiva e commerciale del falso.

I ricambi sequestrati sono soprattutto copricerchi, coprimozzo, stemmi, elementi ornamentali e tuning per carrozzeria riproducenti senza titolo i principali marchi nazionali e internazionali dell'automotive.

Le investigazioni hanno in particolare consentito di individuare e disarticolare l’anello iniziale dell’illecita filiera: i falsi ricambi venivano prodotti in capannoni industriali del Torinese al cui interno sono state scoperte 13 linee di produzione, tutte sequestrate per un totale di 28 macchinari industriali e 449 stampi. I militari hanno anche individuato un'area di stoccaggio occulta con spazi di deposito per 700 metri quadri.

Gli indagati dovranno rispondere in concorso dei delitti di fabbricazione e commercio di prodotti contraffatti, con l’aggravante di averli commessi in modo sistematico e attraverso l’allestimento di mezzi e attività organizzate, e di ricettazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per cause tutte da chiarire, il grosso mezzo ha finito con l'impattare sulle vetture a bordo strada. Il conducente è stato portato in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità