Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
I consigli estetici di De Luca a Bonaccini: «Lo voto, ma spunti quella barba e si tolga gli occhiali a goccia»

Attualità lunedì 14 novembre 2022 ore 19:00

Più bimbi diabetici dopo il Covid, 1.000 in cura al Meyer

pic dito bambino

Ogni anno oltre 100 nuove diagnosi tra bambini e ragazzi si aggiungono ai 247.924 toscani affetti da una fra le patologie più insidiose



TOSCANA — Mille bambini in cura al Meyer e 100 nuove diagnosi ogni anno fra bimbi e ragazzi, che vanno a sommarsi ai 247.924 toscani affetti da una fra le patologie più insidiose: il diabete. I dati sui bambini diabetici arrivano dall'ospedale pediatrico fiorentino nella Giornata Mondiale del Diabete, e segna una annotazione significativa: con il Covid il numero di diabetici tra la popolazione giovanile è aumentato.

“Al Meyer, agli oltre 1.000 bambini e giovani che seguiamo, ogni anno si aggiungono 100 nuove diagnosi di diabete: circa la metà di questi bambini - spiega la dottoressa Sonia Toni, responsabile della Diabetologia pediatrica del Meyer - arrivano in chetoacidosi". La chetoacidosi è una complicanza che può produrre danni neurologici, oltre ad aumentare i giorni di ricovero.

Non solo: "Purtroppo la pandemia Covid-19 ha causato un aumento di chetoacidosi e un aumento di incidenza di diabete tipo 1 in età pediatrica”, ha sottolineato la dottoressa. Negli ultimi anni si è registrato un aumento costante dell’incidenza di diabete tipo 1 al di sotto dei 15 anni di età, quantificabile in circa il 3,6% per anno. Il diabete mellito di tipo 1 è il cosiddetto il diabete giovanile, malattia autoimmune causata dalla distruzione delle cellule del pancreas che producono l’insulina. Insorge tipicamente in età pediatrica, anche se si hanno esordi in età adulta.

I diabetici in Toscana

Sono concentrati prevalentemente fra le province di Firenze, Prato e Pistoia 247.924 diabetici cronici rilevati in Toscana dall'Agenzia regionale di sanità (Ars) nel 2021. Nel territorio della Asl Centro vivono infatti 103.577 pazienti diabetici, a fronte degli 88.710 registrati in Asl Nord Ovest tra le province di Livorno, Lucca, Massa-Carrara e Pisa e dei 55.637 rilevati in Asl Sud Est tra le province di Arezzo, Grosseto e Siena.

Dal 2012 la patologia risulta aver effettuato una cavalcata in Toscana, con crescita costante su tutto il territorio regionale. L'incidenza maggiore è tra la popolazione maschile, mentre resta lievemente più indietro fra le donne. 

Per classi di età, sono affetti da diabete prevalentemente maschi ultra85enni, seguiti dagli uomini in fascia di età fra 65 e 84 anni. Seguono le donne con più di 85 anni, poi quelle in fascia d'età fra 65 e 84 anni. L'insorgenza della patologia, insomma, diviene più frequente con l'andar dell'età.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno