Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 05 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Attualità giovedì 03 novembre 2022 ore 11:00

Tutti pazzi per le fiere d'autunno, sì ma a tasche vuote

caldarroste
Le castagne sono tra i prodotti dell'autunno più ricercati insieme a primo olio e vino novello

Sette toscani su 10 vanno a caccia di sagre e feste paesane, ma il 10% di loro non spende nulla mentre il 53% non supera i 10 euro a persona



TOSCANA — Tutti pazzi per le fiere d'autunno, ma spesso a tasche vuote: sono 7 i toscani su 10 che in questo periodo vanno a caccia di sagre, fiere e feste paesane dedicate ai prodotti tipici della stagione fra castagne, tartufi e funghi, vino novello e olio nuovo. Sì ma con budget ridotti all'osso, col 10% di chi frequenta le manifestazioni fieristiche che non spende nulla, il 53% non più di dieci euro a persona e il 30% tra i 10 ed i 30 euro a persona, mentre un 7% va ma acquista altro.

E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti/Ixe’ che evidenzia la voglia dei cittadini di tornare a frequentare le tradizionali feste nei paesi a partire da quelle dei piccoli borghi e dei paesini, all’insegna del risparmio e della buona tavola con la parsimonia imposta da caro vita e inflazione.

"Si tratta di una vera e propria tendenza che - sostiene Coldiretti Toscana - è il frutto dell’esigenza di contenere le spese di fronte al caro prezzi ma anche di ristabilire un rapporto più diretto con il cibo, la cultura e le tradizioni territoriali. In molti si accontentano di guardare e curiosare tra le bancarelle, ma c’è anche chi ne approfitta per gustare cibi e specialità locali o per trascorrere una giornata fuori casa magari con un pranzo in uno dei tanti agriturismi regionali specializzati nella ristorazione tipica". 

Del resto la Toscana detiene il secondo patrimonio di prodotti tradizionali più ricco a livello nazionale: 464 tesori del gusto Made in Tuscany che prendono il loro nome da piccoli borghi, spicchi di paesi che diventano così famosi e visitati dai turisti oltre agli 89 prodotti di qualità (52 Dop e 6 Igp per il vino e 16 Dop e 15 Igp per l’agroalimentare).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 47 anni è deceduto in seguito all'investimento di un cinghiale sulle strade del Mugello, inutili i soccorsi da parte del personale del 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità