Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16°20° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 17 luglio 2019

Attualità mercoledì 13 gennaio 2016 ore 11:15

Toscana al top per la pubblica amministrazione

In particolare la provincia di Firenze registra la qualità più alta delle istituzioni, emerge dallo studio "Measuring Institutional Quality in Italy"



FIRENZE — In coda alla classifica invece tutte le regioni del Sud. E' quanto emerge dallo studio "Measuring Institutional Quality in Italy" dei professori Annamaria Nifo e Gaetano Vecchione pubblicato sulla "Rivista Economica del Mezzogiorno" . Secondo la Svimez, Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno, per ridurre il divario in questo ambito servono interventi di riforma della pubblica amministrazioe più forti per il Sud, per colmare i divari nei diritti di cittadinanza. 

E' quanto risulta dalla classifica pubblicata sulla rivista dello Svimez, che analizza le performance di regioni e province italiane negli anni 2004-2012. Palma d'oro in particolare alla provincia di Firenze, che sia nel 2004 che nel 2012 è risultata al primo posto della classifica. Nel 2004 la migliore qualità delle istituzioni si è registrata in Toscana. Al secondo la Lombardia, seguita dall'Emilia Romagna. In coda alla classifica la Campania, la Sicilia e la Calabria. 

Otto anni dopo, la Toscana si conferma la regione con la qualità delle istituzioni più alta quasi a pari merito con il Trentino Alto Adige, che sale alla seconda posizione.

Passando all'analisi per provincia, dallo studio emerge che sono tutte toscane le province ai primi posti della classifica: nella top ten troviamo sempre province toscane: Firenze mantiene il primo posto con il massimo valore, seguita da Livorno (0,98) che scalza Pisa e Siena (0,87).

Lo studio raccoglie 24 parametri riferiti a cinque ambiti: partecipazione (che a sua volta raggruppa fenomeni tra cui associazionismo, acquisti in libreria, partecipazione al voto), efficacia dell'azione di governo (ad esempio deficit sanitario, raccolta differenziata, dotazione strutture sociali ed economiche), qualita' della regolamentazione (mortalita' e qualita' della vita delle imprese, dipendenti pubblici), certezza del diritto (tra cui tempi dei processi, evasione fiscale, sommerso), corruzione.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca