Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il treno della Circumvesuviana investe un frigorifero sui binari

Attualità giovedì 19 ottobre 2023 ore 13:41

Vigilia di sciopero, chi si ferma e quando

attese in stazione

Si prepara un venerdì nero di disagi per lo sciopero generale di 24 ore indetto a livello nazionale. A rischio trasporti, scuole, sanità, rifiuti



TOSCANA — Trasporti, scuole, sanità ma anche servizio di raccolta rifiuti: si prepara un venerdì nero di disagi per lo sciopero generale di 24 ore indetto a livello nazionale per tutti i settori pubblici e privati dalle sigle dei sindacati di base per domani 20 Ottobre.

Le rivendicazioni riguardano in generale lo stato contrattuale e i salari, e si ampliano poi declinate a seconda dei vari comparti e aziende.

Ripercussioni anche in Toscana. Ed ecco allora alla vigilia dello sciopero generale chi si ferma e quando, nonché quali sono le fasce orarie di garanzia e i servizi minimi.

Treni e aerei

Quanto ai treni, l'astensione dal lavoro è fissata dalle 21 di giovedì 19 alla stessa ora di venerdì 20 Ottobre. Sciopera il personale del Gruppo Fs Italiane, Trenord e Italo. In Toscana le fasce di garanzia ricadono negli orari 6-9 e 18-21.

Aerei a terra per lo sciopero, ma Enac ricorda anche in questo caso che "durante gli scioperi vi sono le fasce orarie di tutela, dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21, nelle quali i voli devono essere comunque effettuati".

Gli autobus

Disagi per il trasporto pubblico locale: per quanto riguarda gli autobus, Autolinee Toscana fa sapere che il personale viaggiante si ferma dall'inizio servizio alle 4,14, poi dalle 8,15 alle 12,29 e infine dalle 14,30 a termine servizio. Nel mezzo ci sono le fasce di garanzia 4,15-8,14 e 12,30-14,29. Il personale impiegatizio e gli operai incrociano le braccia invece per l'intero turno di lavoro.

Sanità

Nel comparto restano garantiti i servizi minimi di assistenza diretta ai ricoverati negli ospedali, con priorità alle emergenze e alla cura dei più gravi. I servizi minimi essenziali, ricorda la Asl Toscana Nord Ovest, comprendono:

  • il pronto soccorso e servizi afferenti legati a problematiche non-differibili della salute dei cittadini ricoverati (turni dei reparti) e non. Di conseguenza anche il personale tecnico per la preparazione dei pasti e degli altri servizi di base
  • servizi di assistenza domiciliare
  • attività di prevenzione urgente (alimenti, bevande, etc..)
  • vigilanza veterinaria
  • attività di protezione civile
  • attività connesse funzionalità centrali termoidrauliche e impianti tecnologici

Scuole a rischio

Rischiano il fermo anche le scuole: il ministero dell'istruzione e del merito ha fatto partire già il 12 Ottobre scorso una circolare in cui invita gli istituti scolastici a informare alunni e famiglie nel modo più capillare sulle modalità di sciopero e sulle prestazioni relative alla garanzia dei servizi pubblici essenziali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno