Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 18°20° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 26 agosto 2019

Attualità giovedì 08 settembre 2016 ore 13:38

No del Consiglio di Stato, il commissario resta

Non è stata concessa la sospensiva richiesta dai sostenitori dell'ex sindaco di Viareggio Del Ghingaro dopo che il Tar ha annullato le elezioni



VIAREGGIO — Il commissario di Viareggio Fabrizio Stelo può continuare a guidare il Comune di Viareggio. Il Consiglio di Stato non ha accettato la richiesta di sospensiva fatta da Gabriele Tomei, consigliere comunale eletto nelle fila dell'ex sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro. Tomei e altri sostenitori avevano impugnato la sentenza del Tar Toscana che aveva annullato la tornata elettorale del 2015.

Il Consiglio di Stato ha fissato l'udienza di merito per il 20 ottobre.

La richiesta dell'annullamento delle elezioni era stata fatta da Massimiliano Baldini, candidato a sindaco sostenuto dalla Lega, Fratelli d'Italia e alcune liste civiche, per alcune irregolarità avvenute durante lo spoglio delle schede.

"Sono estremamente soddisfatto - ha scritto Massimiliano Baldini su Facebook -. Il 20 ottobre avremo la sentenza definitiva. Grazie ad un grande, l'Avv. Carlo Andrea Gemignani e adesso si va alla Galleria Alberto Sordi a godercela! Un abbraccio a tutti! Buon lavoro Commissario Stelo, avanti cosi", commenta Baldini.

"Accogliamo con soddisfazione la decisione del Consiglio di Stato perché consentirà alla città e a noi tutti di continuare a lavorare in quel clima di serenità, discrezione e concretezza che si è instaurato a Viareggio, con l''arrivo del commissario prefettizio Fabrizio Stelo e dei suoi collaboratori", dice il coordinatore viareggino di Forza Italia Alessandro Santini. 

Il Tar a luglio scorso aveva accolto il ricorso presentato dal candidato sindaco del centrodestra Massimiliano Baldini e certificato anche la mancanza di 675 schede autenticate e non utilizzate.

Baldini fu a suo tempo escluso dal ballottaggio per 31 voti a favore del candidato sindaco del Partito democratico Luca Poletti. E alla fine al secondo turno vinse l'outsider, l'ex sindaco di Capannori ed ex Pd Giorgio Del Ghinaro, sostenuto da varie liste civiche e da alcuni esponenti di spicco degli stessi dem come la senatrice Manuela Granaiola.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca