Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:37 METEO:FIRENZE13°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Attualità domenica 11 luglio 2021 ore 10:10

La variante delta spegne i maxischermi

Una partita dell'Italia vista alle Cascine a Firenze
Una partita dell'Italia vista alle Cascine a Firenze

Marcia indietro di alcuni sindaci sull'installazione degli impianti per la visione dell'atto finale di Euro 2020 tra gli Azzurri e l'Inghilterra



TOSCANA — Mancano poche ore alla finale di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra a Londra, nello stadio di Wembley e in molti si stanno organizzando con gli amici per passare la serata insieme davanti allo schermo.

Ma, a causa della variante delta del coronavirus, più contagiosa, molti sindaci hanno deciso di non installare i maxischermi in via prudenziale, per evitare nuovi contagi e nuovi focolai.

Il monito alla responsabilità è arrivato anche dalla ministra dell'Interno Luciana Lamorgese che al Tg1 ha detto, rivolta ai cittadini: "Seguite le regole, non siamo fuori dall’emergenza". Anche il ministro della Salute Roberto Speranza ha lanciato un appello al "tifo responsabile con distanza e mascherine".

- Dove i maxischermo sono stati tolti

In Versilia, a Marina di Pietrasanta, è stata la Fondazione Versiliana a fare marcia indietro a causa dell'aumento dei contagi degli ultimi giorni.

A Viareggio il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha detto: "Ho deciso di non installare il maxi schermo in Piazza Mazzini, nonostante le tante richieste e la voglia di ognuno di noi di stare insieme a tifare Italia. Dobbiamo continuare ad essere prudenti, il Covid è un nemico silenzioso e imprevedibile con le sue varianti e nonostante l’attività incessante di vaccinazione è necessario stare attenti e ad evitare gli assembramenti. A malincuore ho detto no. Poi, diciamoci la verità sommessamente: non l’avevo mai messo e s’è sempre vinto, un po’ di sana scaramanzia non guasta davvero".

A Porto Azzurro, isola d'Elba, niente maxischermo in piazza Matteotti. L'amministrazione comunale nei giorni scorsi aveva pianificato il tutto, poi venerdì è tornata sui suoi passi: "L'amministrazione purtroppo si è vista costretta ad annullare la proiezione su maxi schermo della finale del campionato europeo di Domenica 11 Luglio, sia per motivi di sicurezza che per il timore che si possano verificare casi di contagio da Covid-19".

Anche a Montespertoli, in provincia di Firenze, salta la proiezione pubblica sul grande schermo per la finale degli Europei. Lo ha annunciato il sindaco Alessio Mugnaini che ha preferito evitare assembramenti in centro.

Ad Arezzo non è previsto nessun maxischermo. La decisione è stata presa dall'amministrazione comunale per non penalizzare i commercianti della ristorazione.

- Dove i maxischermi restano

A Firenze maxischermo confermato nell'Anfiteatro delle Cascine, nella pista di pattinaggio allo stadio Franchi e in due spiagge Arno Anconella e San Niccolò.

A Piombino (Livorno) il cinema teatro Metropolitan ha allestito il maxischermo per tutte le partite dell'Italia in questi Europei e già due giorni fa i posti per la finale erano esauriti.

In provincia di Pisa sono confermati vari maxischermi: a Pisa in piazza dei Cavalieri, a San Miniato in piazza Duomo, a Pontedera allo stadio (capienza 400 persone), a Peccioli al Palazzo senza tempo e a Volterra nella sede degli sbandieratori. 

A Siena il maxischermo è in Fortezza. L'ingresso del pubblico è contingentato, come già fatto per le partite precedenti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo, drammatico incidente sul lavoro in Toscana. Le fiamme sono divampate mentre l'uomo era solo. Strada chiusa per domare il rogo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS