Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:FIRENZE19°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 05 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Valentino Rossi annuncia: «Mi ritirerò a fine stagione»

Attualità domenica 13 giugno 2021 ore 12:16

Seconda dose, stop Astrazeneca a più di 11mila toscani under 60

Seguendo le indicazioni del Cts le Asl sud est e nord ovest hanno confermato che i richiami verranno fatti con Pfizer e Moderna



AREZZO — Come avevamo spiegato ieri la Toscana sta organizzando i richiami per le persone under 60 che alla prima somministrazione avevano ricevuto AstraZeneca e che invece, nella seconda inoculazione riceveranno Pfizer o Moderna.

Le prime Asl della Toscana a rendere noto come funziona questa modifica sono state la Sud est e la nord ovest. Il provvedimento per adesso riguarda 11.334 toscani, in attesta di quelli di Asl centro.

Nella Asl sud est sono 6.205 le persone under 60 che, tra il 20 Marzo e il 7 Giugno, hanno fatto la prima dose di vaccino AstraZeneca e che adesso faranno la seconda con Pfizer oppure con Moderna.

Nel dettaglio sono 2.594 nella provincia di Arezzo, 2.296 in quella di Siena e 1.315 in quella di Grosseto. 

Nella Asl nord ovest sono 5.129 gli under 60 che riceveranno un altro vaccino per il richiamo, dopo che come prima dose avevano ricevuto Astrazeneca. 

Nel dettaglio: 933 per la zona Apuane, 175 per la Lunigiana, 803 per la Piana di Lucca, 135 per la Valle del Serchio, 728 per l'area Pisa, 597 per l'Alta Val di Cecina, 860 per quella Livornese, 437 per le Valli Etrusche, 41 all'Elba e 420 per la Versilia. 

A breve anche i cittadini under 60 dell'Asl centro che avevano fatto AstraZeneca e che ancora non hanno ricevuto il richiamo, verranno informati su come e dove ricevere la seconda inoculazione con un altro vaccino.

Dopo l’aggiornamento del parere del Comitato tecnico scientifico, il ministero della Salute ha disposto infatti che il ciclo completo del vaccino AstraZeneca sia somministrato solo a persone di età uguale o superiore ai 60 anni

Sulle base di queste indicazioni, le persone che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca e non hanno ancora 60 anni, vedranno completato il ciclo vaccinale con una seconda dose di Pfizer oppure di Moderna.

Non cambia la data: Asl Toscana sud est ha confermato che questa seconda dose sarà di norma somministrata nel luogo, nel giorno e all’ora che erano stati indicati al momento della prenotazione. Qualora questo non si rivelasse possibile per motivi tecnici, l’Asl Tse provvederà a informare direttamente, o con sms e con telefonata, la persona interessata comunicando tutte le informazioni utili a effettuare la seconda dose di vaccino.

Il parere del Cts è arrivato dopo le polemiche scaturite dalla morte della 18enne di Sestri Levante, affetta da una malattia autoimmune e deceduta alcuni giorni dopo aver ricevuto la prima dose di AstraZeneca in un open day in Liguria.

La Toscana è tra le 6 regioni italiane che, nei mesi di Maggio e di Giugno, ha utilizzato il maggior numero di dosi di Vaxzevria per vaccinare gli ultrasessantenni (le altre sono Sicilia, Calabria, Lazio, Umbria e Provincia autonoma di Bolzano). E anche agli open day non sono mai state ammesse persone con meno di 40 anni, contrariamente ad altre regioni che hanno organizzato open day senza limiti di età.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si indaga per omicidio. Chi era la vittima. Sono stati i familiari a trovare il cadavere riverso a terra nella sua abitazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca