Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 21 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, i 7 anni di Mattarella al Colle

Attualità mercoledì 11 dicembre 2019 ore 18:45

Sisma in Mugello, dichiarata l'emergenza regionale

Dopo il completamento della stima dei danni la Regione chiederà anche l'emergenza nazionale. Notte fuori per 314 persone. Ancora scosse



BARBERINO DI MUGELLO — La Regione Toscana ha dichiarato l'emergenza regionale per le zone colpite dal terremoto nella notte tra l'8 e il 9 dicembre, primo passo che porterà, dopo il completamento della stima dei danni, a chiedere lo stato di emergenza nazionale. Le persone che anche la notte scorsa hanno dormito fuori casa sono state 314. 

Intanto il sisma che da domenica notte tiene sotto scacco il Mugello non si è ancora placato, anche se le scosse si si sono diradate rispetto ai giorni scorsi. La paura, comunque resta tra la popolazione. Una nuova scossa di magnitudo 2 è stata registrata nel pomeriggio dopo quella di 2.5 che nella notte è stata distintamente avvertita dalla gente scatenando nuovamente il timore di un forte terremoto. 

Nella zona rossa di Barberino, dove i carabinieri hanno allestito un presidio antisciacallaggio, due persone sono state sorprese dai militari. Dagli accertamenti è emerso che non si trattava di ladri intenzionati ad approfittare delle case vuote ma di semplici curiosi che sono stati quindi invitati a uscire. 

Sul fronte dei monitoraggi, continuano quelli dei vigili del fuoco sugli edifici. Confermata la decisione del Comune di Barberino di non riaprire le scuole fino a venerdì, scelta, ha detto il sindaco Giampiero Mongatti "dovuta alla situazione generale di emergenza del nostro Comune che vede alcune aree del paese ancora non accessibili, il palazzo comunale inagibile e alcuni plessi scolastici usati anche come punti di accoglienza per i cittadini che non possono rientrare nelle proprie abitazioni". Le scuole, si precisa in ogni caso in una nota congiunta di Regione e Comune, non hanno riportato alcun problema di tipo strutturale, solo il distacco di alcuni elementi del controsoffitto nel plesso di via Mazzini. Situazioni simili nel plesso della scuola dell'infanzia Don Milani e in tre aule al piano terrea della secondaria di secondo grado Lorenzo de' Medici. 

Per quanto riguarda il patrimonio artistico, il sovrintendente all'Archeologia, Belle Arti e Paesaggio del per Firenze, Pistoia e Prato Andrea Pessina, ha detto che all'ordine del giorno ci sono "la messa in sicurezza della parrocchia di San Silvestro, la protezione dell'altare ligneo della chiesa di Bosco ai Frati a Scarperia e a San Bartolomeo, dov'è crollato il soffitto". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio si è sviluppato questa mattina in un'area di circa 5mila metri quadrati. Sul posto sono intervenuti diversi mezzi dei vigili del fuoco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità