Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:01 METEO:FIRENZE15°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 22 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Alec Baldwin spara sul set del film Rust, muore la direttrice della fotografia: il video dall'alto del luogo della tragedia

Attualità sabato 05 giugno 2021 ore 18:40

Il Monte Pisano rinasce con 1350 alberi

Inaugurato il progetto di riforestazione promosso dalla Regione e dai Comuni di Calci e Vicopisano, dopo il drammatico incendio del Settembre 2018



CALCI — È stato inaugurano il progetto di riforestazione promosso da Regione, Comuni di Calci e Vicopisano, Comunità del Bosco e Olt, un progetto di rinascita con il ripristino della vegetazione e un piano di valorizzazione turistica. Con la piantumazione di oltre 1350 alberi torna a nuova vita il Monte Pisano, devastato nel Settembre 2018 dall’incendio che mandò in cenere oltre mille ettari di bosco coinvolgendo il territorio di tre diversi Comuni. A dare un'ulteriore colpo al Monte fu un altro grosso incendio che avvenne poco dopo, nel Febbraio 2019.

Il progetto di riforestazione, coordinato dalla Regione Toscana in sinergia con la Comunità di bosco del Monte Pisano onlus e interamente finanziato dalla società Olt Offshore Lng Toscana, per un investimento di 60mila euro in tre anni, è stato presentato nel corso di una cerimonia sullo monte stesso, a cui hanno partecipato la vice presidente ed assessore alle foreste della Toscana Stefania Saccardi, il sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti, il sindaco di Vicopisano Matteo Ferrucci, il presidente della Comunità di bosco Maurizio Meucci e Giovanni Giorgi, amministratore delegato di Olt Offshore Lng Toscana.

Questo primo intervento che Comunità del bosco e Olt hanno realizzato, unitamente a quelli già eseguiti sul Monte Serra dalla Regione Toscana, servirà a consolidare una metodologia di intervento volta a risanare le profonde devastazioni prodotte dei due eventi incendiari.

La principale linea guida per la ricostruzione del soprasuolo è orientata verso lo sviluppo di latifoglie, caratterizzate da una loro maggiore resistenza al fuoco, rispettando i principi di naturalità e biodiversità peculiari del luogo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Operatori socio-sanitari, infermieri, educatori, animatori, fisioterapisti, manutentori e amministrativi sono i profili ricercati dalla nuova gestione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Cronaca

Attualità