Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE16°22°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Attualità giovedì 28 dicembre 2023 ore 15:50

Traslochi di sabbia, piano contro l'erosione costiera

Una mareggiata a Massa
Una mareggiata a Massa (Foto: Lina Pierde / Facebook)

Siglato un accordo per intervenire in sinergia e rilanciare l'economia balneare della riviera apuo-versiliese. Coinvolti i tre atenei toscani



CARRARA — Traslochi di sabbia per combattere l'erosione costiera che affligge la riviera apuo versiliese: è la principale fra le iniziative messe a sistema oggi tramite la firma di un accordo che lega tutti i soggetti parti in causa in un fenomeno che a Massa-Carrara ha assunto ormai proporzioni allarmanti.

L'obiettivo è quello di ripristinare almeno in parte il litorale perduto abbassando la profondità dei fondali antistanti gli arenili ormai ridotti al lumicino. Si potrebbe così rilanciare il turismo balneare.

Grazie all'accordo siglato stamani a Carrara nella sede della Camera di commercio Toscana nord ovest, le attività legate al ripascimento non saranno più affrontate in maniera sporadica, ma attraverso una puntuale programmazione e unendo le forze.

La firma dell'accordo, al centro il presidente Giani

La firma dell'accordo, al centro il presidente Giani

"L’azione di manutenzione - spiega una nota diffusa dall'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale - prevede di prelevare la sabbia dai settori ricompresi tra Forte dei Marmi sud e Marina di Pietrasanta, al fine di contribuire a mantenere l’ampiezza delle spiagge tra 130 e 140 metri, e di ricollocarle nei settori di Ronchi-Poveromo, al fine di ripristinare, almeno parzialmente, le porzioni di spiagge perse e ridurre la profondità dei fondali antistanti, con conseguente rilancio del turismo balneare e dell’economia del territorio. Una strategia che avrà, tra i suoi effetti, quello di avvicinare i parametri costieri a quelli originari di pre-erosione". 

Il processo vedrà coinvolte le Università di Firenze, Pisa e Siena ed il Consorzio Lamma per effettuare il monitoraggio e le opportune analisi scientifiche. L’AdSP metterà a disposizione la sua competenza nell’ambito dei dragaggi, il riposizionamento dei volumi di sabbia ed a fornire i contributi economici per svolgere le attività previste dal protocollo d’intesa. Al fine di dare attuazione al documento, verrà costituito un tavolo operativo, denominato “Romcav” (Rete Operativa per la Manutenzione della Costa Apuo - Versiliese), costituito da tutti gli Enti sottoscrittori.

Già ecco: chi ha sottoscritto l'accordo? Una pluralità di attori, a partire dal presidente dell’AdSP Mario Sommariva e dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. Poi i sindaci di Carrara Serena Arrighi, di Massa Francesco Persiani, di Montignoso Gianni Lorenzetti, di Forte dei Marmi Bruno Murzi, di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti.

Ancora, hanno firmato il presidente della Provincia di Massa Carrara che è lo stesso Lorenzetti e quello della Provincia di Lucca Luca Menesini, nonché il presidente della Camera di Commercio Toscana Nord Ovest Valter Tamburini


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno