Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:50 METEO:FIRENZE24°38°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La music session improvvisata: Bocelli suona il flauto traverso con Will Smith e Ed Sheeran
La music session improvvisata: Bocelli suona il flauto traverso con Will Smith e Ed Sheeran

Attualità mercoledì 18 marzo 2015 ore 18:26

Case popolari, la freddezza dei sindacati

Sunia e Cgil soddisfatti per le modifiche al testo iniziale: bene la sospensione dell'applicazione dell'Isee per le graduatorie, ma restano dei dubbi



FIRENZE — Il giorno dopo l'approvazione da parte del consiglio regionale della nuova legge sulla casa, i sindacati degli inquilini insieme alla Cgil hanno organizzato un convegno a Firenze dedicato proprio al tema dell'emergenza abitativa. 

Un'occasione per ribadire la propria contrarietà all'impianto di base della legge Saccardi - che porta appunto la firma della vicepresidente della Regione - ma anche per mettere in luce alcuni punti positivi. 

"Alcuni emendamenti proposti da Sunia e Cgil sono stati accolti - ha detto il segretario del Sunia, Simone Porzio - Ad esempio, infatti, c'è ora la possibilità di partecipare al bando per l'edilizia popolare estesa a tutti i cittadini toscani con almeno cinque anni di residenza, indipendentemente dal comune di residenza. Poi è stata sospesa per un anno l'applicazione della nuova Isee che sta generando problemi procedurali per l'accesso ai bandi e per la decadenza dell'assegnazione di un alloggio popolare".

Le criticità però restano, a partire dalle poche risorse riservate all'acquisto e alla ristrutturazione degli alloggi Erp: i 170 milioni di euro a bilancio sono stati infatti dirottati sul Tpl.

Gli altri dubbi riguardano invece i destinatari delle case popolari: "Noi pensiamo che questi debbano essere pensionati e lavoratori con difficoltà economiche ed alloggiative - ha detto il Segretario regionale della Cgil, Maurizio Brotini -, mentre per la giunta regionale permane una scelta di attribuzione dei punteggi a bisogni di tipo sociosanitario, che dovrebbero trovare soluzione altrove e con adeguati strumenti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno